Assistente amministrativo disabile in servizio in scuola senza ascensore: accesso deve essere garantito

di redazione

item-thumbnail

Un assistente amministrativo si trova a lavorare in scuola senza ascensore, ancora non adeguata a normative che risalgono agli anni ’70. 

Un lettore ci scrive raccontandoci di aver accettato, ai sensi dell’art. 59 del CCNL un incarico da terza fascia come assistente amministrativo.

Tuttavia, poiché gli uffici si trovano al primo piano dell’edificio, è per lui impossibile svolgere il suo lavoro, in quanto disabile.  La struttura infatti non è dotata di ascensore, pertanto al momento non sta svolgendo il suo lavoro ma è stato adibito ad altra mansione.

di Giovanni Calandrino – Carissimo, desideriamo dar voce alla tua denuncia e ci uniamo alla tua rabbia. L’articolo 28 della legge 118/1971 pone l’obbligo di rendere accessibile l’edificio scolastico, in modo da poter così garantire l’accesso a tutti.

Tale principio è ribadito anche dall’articolo 18 del DPR 384/1978, che in maniera esplicita impone di rendere accessibili gli edifici delle istituzioni prescolastiche, scolastiche, compresi gli Atenei universitari e le altre istituzioni di interesse sociale nella scuola, adeguando le strutture interne ed esterne a degli standard indicati dal D.P.R. stesso.

Ciò che menzioni nel quesito “negli anni passati hanno addirittura allontanato alcuni bambini in carrozzina perché rifiutati” è abbastanza grave.

Per poterti consentire l’accesso negli uffici in modo immediato sarebbe consigliabile spostare la segreteria al piano terra (in attesa dell’adeguamento della struttura).

Non ci hai detto quale interlocuzione è stata avviata con la Dirigenza Scolastica per far fronte a questa problematica.

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
Argomenti:
ads ads