Assenze per malattia: ecco fino a quando si conserva il posto di lavoro

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Quali rischi corre nel comparto scuola il supplente che si assenta per malattia troppo a lungo? Vediamo quali periodi di assenza sono consentiti in base alle diverse durate delle sostituzioni.

Buongiorno chiedo una spiegazione : sono una collaboratrice scolastica precaria con contratto a 30 giugno .. devo subire un intervento all’utero e la dottoressa mi ha spiegato con una giacenza a casa di 3 mesi … io ho paura di farmi questo intervento per il semplice motivo che mi possono licenziare ?

 

Le assenze per malattia nel comparto scuola hanno un diverso trattamento in base  al tipo di supplenza accettata.

Per le supplenze temporanee, infatti, il personale della scuola non può superare i 30 giorni di malattia nel corso dell’anno scolastico, in caso contrario avrà la risoluzione del contratto. I 30 giorni sono retribuiti con un’indennità pari al 50% della retribuzione giornaliera.

Per sostituzioni fino al 30 giugno o fino al 31 agosto l’assenza per malattia consentita è fino a 9 mesi nel triennio scolastico.

Assenza per malattia e retribuzione

Il primo mese di malattia nel triennio scolastico sarà retribuito con il 100% dello stipendio.

Secondo e terzo mese di malattia nel triennio saranno retribuiti con il 50% dello stipendio.

Da quarto al nono mese di malattia nel triennio non è prevista retribuzione ma si ha il diritto alla conservazione del posto di lavoro.

Nel suo caso, quindi, può operarsi tranquillamente senza correre il rischio di perdere il posto di lavoro a patto che nell’ultimo triennio (compreso l’anno scolastico in corso) non si sia già assentata dal lavoro per oltre 6 mesi.

 

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: