Assenza per congedo straordinario dà luogo a supplenza fino al termine delle attività didattiche

Stampa

Il tribunale di Siracusa ha accolto il ricorso di un docente precario avverso una supplenza data come temporanea al posto di supplenza al termine delle attività didattiche.

Il tribunale di Siracusa ha accolto il ricorso di un docente precario avverso una supplenza data come temporanea al posto di supplenza al termine delle attività didattiche.

In pratica la titolare della cattedra aveva richiesto un'aspettativa per assistenza a disabile, con la concessione di un congedo straordinario ai sensi dell’art.42 comma 5 del D.Lvo 151/2001 dall’1.10.2010 al 31.05.2011.

Il posto quindi si era reso vacante perima del 31 dicembre e lo sarebbe stato per tutto l'anno, per cui il tribunale ha deciso di accogliere il ricorso del supplente.

A nulla è valsa la tesi del dirigente scolastico, che affermava che con questo tipo di assenza è possibile prevedere anche il rentro del titolare, ma il tribunale è partito dal presupposto che ha legittimato la concessione: infatti la normativa è tesa a salvaguardare la continuità didattica, senza distinguere tra le differenti ipotesi che hanno dato luogo alla supplenza. La continuità didattica non può essere posta in secondo piano rispetto alla condizione che potrebbe sospendere la supplenza, se dovessero cambiare le condizioni per cui tale supplenza è stata concessa.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata