Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Assenza alla visita fiscale: cosa si rischia

visite fiscali

Cosa accade se il medico fiscale non trova il dipendente malato nelle fasce di reperibilità?

Sono un’insegnante della scuola dell’infanzia. Dopo un accertamento sanitario presso l’ospedale, ho dovuto, per motivi di salute, prendere due giorni di riposo per recupero stato di salute.

Nell’ultimo giorno è subentrato un altro problema sanitario per cui sono stata costretta, nel pomeriggio (ore 17,00) a recarmi dal mio medico curante.

Nel contempo è arrivata la visita fiscale.

Mio marito ha detto che ero andata dal medico curante per farmi visitare.

 Il medico fiscale prende nota di questo, nel frattempo arrivo.

Gli spiego che avevo un occhio gonfio con ematoma, e prosegue nella visita fiscale.

Vi chiedo: Rischio qualcosa?

cmq il medico ha verificato lo stato di salute.

Cordiali saluti.

In teoria, essendo arrivata mentre il medico fiscale era ancora presente e avendo potuto lo stesso effettuare la visita, non dovrebbe rischiare nulla.

Quando il medico fiscale passa e non trova il lavoratore lascia un avviso in cui avvisa il lavoratore assente a presentarsi il primo giorno lavorativo successivo presso l’ambulatorio per la visita mancata. In questo caso il medico comunica l’assenza del lavoratore anche all’INPS.

Nel caso il lavoratore non si presenti alla visita presso l’ambulatorio nel giorno stabilito, poi, L’INPS lo comunica la datore di lavoro che invita il dipendente  a fornire una giustificazione all’assenza entro 10 giorni.

Nel suo caso il medico fiscale, alla fine, è riuscito a svolgere la visita di controllo ed in teoria non ha comunicato ne all’INPS nè al datore di lavoro l’assenza.

La sua assenza, in ogni caso è giustificata poichè si è recata dal medico curante. In caso le venga richiesto di giustificare l’assenza temporanea, quindi, potrà presentare una certificazione del suo medico in cui dichiara che in quell’orario era a farsi controllare da lui.

Assenza ingiustificata alla visita fiscale

Solo nel caso l’assenza alla visita fiscale risulti ingiustificata si perde il diritto al trattamento economico spettante per i primi 10 giorni.

Se il dipendente viene trovato assente anche alla seconda visita fiscale senza giustificazione, oltre alla sanzione precedente subisce la decurtazione del 50% del periodo di malattia residuo.

Se, poi, il lavoratore risulta assente anche alla terza visita discale il trattamento economico INPS è interrotto fino al termine del periodo di malattia.

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia