Assenti i docenti titolari e i sostituti: la dirigente scolastica torna in cattedra a fare lezione

WhatsApp
Telegram

Che succede se in pandemia, in questo rientro a scuola in presenza, i titolari sono assenti e i sostituti danno forfait all’ultimo momento? La lezione in classe la fa la dirigente scolastica.

Succede in Veneto, all’istituto comprensivo «Elena Lucrezia Corner» di Fossò e Vigonovo (che comprende sette plessi diversi), dove la dirigente scolastica, come racconta Il Corriere della Sera, ha dovuto sostituire gli assenti per fronteggiare l’emergenza: “Avevo trovato dei sostituti per tutti i docenti malati ben prima che la scuola riaprisse i battenti ma a poche ore dal rientro dalle vacanze in molti hanno chiamato per dare forfait. Un contatto improvviso con un positivo o la quarantena per Covid li hanno costretti a casa. Ci siamo trovati con moltissime assenze tutte all’ultimo minuto e tutte molto complesse da gestire“, spiega la preside Alessandra Mura che racconta di come avesse trovato “dei sostituti per tutti i docenti malati ben prima che la scuola riaprisse i battenti ma a poche ore dal rientro dalle vacanze in molti hanno chiamato per dare forfait. Un contatto improvviso con un positivo o la quarantena per Covid li hanno costretti a casa. Ci siamo trovati con moltissime assenze tutte all’ultimo minuto e tutte molto complesse da gestire“.

La dirigente evidenza di aver “sostituito qualsiasi collega. E non sono l’unica, tutti i docenti presenti si sono dati davvero molto da fare per coprire le ore degli assenti. Lo abbiamo fatto per non ridurre la frequenza dei ragazzi. Italiano, matematica, ma anche inglese, ho coperto ore di ogni disciplina, naturalmente insegnando solo la mia materia“.

Inoltre, racconta di essere “stata in classe con i ragazzi durante la prima settimana di ripresa delle lezioni, in classi diverse e cercando di coprire le ore rimaste vuote per l’assenza di colleghi. Abbiamo lavorato la mattina in classe e altrettante ore al pomeriggio per gestire le emergenze. Da qualche giorno fortunatamente la supplente di inglese è stata trovata, due professori sono rientrati e ora le cattedre da coprire sono solo quattro“.

Anche da Alessandra Mura parte l’appello per semplificare i protocolli per la scuola: “chiediamo solo che le procedure vengano snellite e nel frattempo speriamo che questo sia il picco massimo dei contagi, altrimenti sarà necessario pensare a soluzioni diverse per le scuole. Così non possiamo continuare“, conclude.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur