Assente da scuola per tre anni con certificati medici falsi: docente accusata di truffa ai danni dello stato

WhatsApp
Telegram

Dopo il caso di cui ci siamo occupati in precedenza, arriva un’altra storia di presunto assenteismo da parte di una docente che sarebbe rimasta in malattia per ben tre anni. Ma le indagini avrebbero mostrato che la donna avrebbe presentato certificati medici falsi.

La storia viene raccontata da Corriere di Romagna, che riporta come l’insegnante e due medici sono stati accusati di truffa in concorso ai danni dello Stato. Nel frattempo l’insegnante, in servizio come supplente presso alcune scuole superiori della Romagna, avrebbe recepito dallo Stato una somma totale di 46mila euro.

Già lo scorso marzo si è avuta l’udienza preliminare con i tre accusati che hanno chiesto di essere giudicati con rito abbreviato a partire dal prossimo dicembre.

In tre anni sono stati presentati ben 34 certificati firmati dai due medici, che lungo il periodo hanno diagnosticato all’insegnante varie patologie e prescritto addirittura terapie salvavita per sindromi da vertigini, distorsioni alla caviglia, ascesso ai denti, lombalgia, per la sindrome di Ménière, fino alla gravissima insufficienza renale cronica. Durante la pandemia, i medici hanno diagnosticato una reazione avversa al vaccino.

La regolarità di tali certificati medici hanno senz’altro insospettito, dato che tali certificati medici erano presenti da gennaio a maggio per poi riprendere all’inizio del nuovo anno scolastico.

Dalle indagini è emerso che i due medici prescrivevano terapie salvavita alla giovane docente anche in assenza di condizioni di gravità.

La docente assenteista per 20 anni si difende: “Caso surreale, gli atti proveranno la verità”

Docente assente per 20 anni su 24 di servizio, “al lavoro metteva voti a caso o improvvisava lezioni”. Sì alla dispensa. Sentenza Cassazione [PDF]

WhatsApp
Telegram

MAD: Graduatorie GPS esaurite, iniziano le nomine. Voglioinsegnare.it