Assemblee sindacali: 10 ore annuali a prescindere dall’orario settimanale del docente

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il personale docente ha diritto a partecipare alle assemblee sindacali fino ad un tetto massimo di 10 ore annuali. Diritto valido per tutti i docenti

Una lettrice ci scrive:

Sono un’insegnante, e quest’anno sto facendo un sostegno con 9 ore settimanali. Vorrei chiedere quante ore di assemblea posso chiedere all’anno, visto che sto facendo solo 9 ore. Le 10 ore di assemblea sindacale all’anno, spettano solo a chi fa le 18 ore settimanali?”

Il diritto alla partecipazione alle assemblee sindacali  per il personale docente non è condizionato dal numero di ore settimanali di lezione svolte dall’insegnante.

Il tetto massimo  è, infatti, per tutti i docenti  (full time o part time, precari o di ruolo), di 10 ore per ogni anno scolastico

Assemblea sindacale: è un diritto di tutti i lavoratori

Come abbiamo chiarito nella nostra guida, l’assemblea sindacale è un diritto di tutti i lavoratori (art. 4 CCNQ /2017) che, in seguito a convocazione da parte delle organizzazioni sindacali o della RSU di categoria, possono riunirsi nel luogo di lavoro o in altro locale idoneo, per trattare un ordine del giorno prestabilito e vertente su materie di interesse sindacale e del lavoro

Quale normativa

La normativa che regolamenta il diritto di partecipazione del personale scolastico alle assemblee sindacali, è inserita nel CCNL del comparto scuola 2016-2018, dove nell’art.23  comma 1 si stabilisce che “ I dipendenti hanno diritto a partecipare, durante l’orario di lavoro, ad assemblee sindacali, in idonei locali sul luogo di lavoro concordati con la parte datoriale pubblica, per dieci ore pro capite in ciascun anno scolastico, senza decurtazione della retribuzione

Chi può partecipare all’assemblea sindacale

Ha diritto a partecipare alle assemblee sindacali in orario di servizio tutto il personale scolastico indistintamente, compresi i supplenti temporanei, fino a 10 ore complessive per anno scolastico, mantenendo il diritto alla retribuzione.

Come si conteggiano le 10 ore

Il monte ore individuale stabilito dalla normativa si riferisce all’ora di 60 minuti, e non alla durata, in ciascuna istituzione scolastica, dell’unità oraria di lezione.

Chiaramente ogni docente dovrà conteggiare le ore di lezione non svolte a prescindere dalla durata dell’assemblea. Se, per esempio, un docente che aderisce ad un’assemblea sindacale di due ore, “perde” solo un’ora di lezione nel conteggio dovrà considerare solo questa ora e non le due complessive relative alla durata dell’assemblea

Per il docente in servizio su una Cattedra Orario Esterna, il conteggio rimane invariato e segue gli stessi criteri validi per un docente che lavora su una COI. Si conteggiano, quindi,  le ore totali svolte che devono essere comunque non più di 10, anche se si lavora su due scuole

Conclusioni

La nostra lettrice, quindi, anche se nel corrente anno scolastico non ha una cattedra completa e sta svolgendo solo 9 ore settimanali di lezione, ha comunque diritto alle 10 ore annuali di assemblea sindacale. La normativa, infatti, non prevede nessuna decurtazione proporzionale all’orario svolto

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
ads ads