Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Assegno unico: tra genitori conviventi o sposati l’importo cambia?

WhatsApp
Telegram

L’importo dell’assegno unico non cambia se i genitori sono sposati o sono soltanto conviventi. Vediamo il perchè.

L’assegno unico è stato introdotto dal 1 marzo 2022 cambiando in modo significativo anche il calcolo dell’importo spettante per i trattamenti familiari per figli a carico. Cerchiamo di rispondere alla domanda di una nostra lettrice che ci scrive:

Buongiorno.Io sono mamma di tre bambini: due gemelli di 8 anni e una di 1 anno. Non sono sposata ma vivo col padre dei miei figli che fino a un mese fa non percepiva alcun reddito perché disoccupato. Percepisco assegno unico di 610,00euro al mese. Il mio stipendio netto mensile si aggira intorno ai 1.600,00 euro.
Ora mio marito lavora come insegnante di ginnastica in scuola privata per 5 ore alla settimana per cui prenderà circa 700,00 euro al mese più o meno o anche meno… Ribadisco che non siamo sposati.
Vorrei sapere, se potete fare una specie di simulazione, se potrei prendere un assegno maggiore nel caso noi genitori fossimo legalmente sposati.
Grazie e buona giornata

Assegno unico e stato civile dei genitori

Se per l’ANF il matrimonio o meno tra i genitori poteva portare ad un diverso calcolo dell’assegno familiare spettante, per l’assegno unico questo non avviene.

Per l’ANF quando i genitori non erano sposati tra di loro, anche se conviventi, solo uno dei due entrava nel nucleo familiare ANF del figlio. E di fatto solo il reddito di uno dei due veniva preso in riferimento per determinare l’importo spettante. Al contrario, con genitori sposati, entrambi entravano nel nucleo familiare ANF del figlio e i redditi di entrambi determinano la somma erogata.

Con l’assegno unico si procede in modo diverso. Per il calcolo, infatti, è preso a riferimento l’ISEE del nucleo familiare in cui è presente il figlio. Poco conta, quindi, che i genitori siano solo conviventi o anche sposati non cambia nulla nella determinazione dell’importo spettante perchè, in ogni caso, nell’ISEE finiranno i redditi di entrambi. E proprio questi ultimi andranno ad incidere sull’assegno unico che si riceve mensilmente.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur