Assegno unico figli è legge, 250 euro mensili dal settimo mese di gravidanza ai 21 anni

Stampa

Via libera definitivo dall’Aula del Senato al Ddl sull’assegno unico per i figli. Il disco verde sul testo già approvato dalla Camera il 21 luglio 2020, è arrivato sostanzialmente all’unanimità con 227 sì, nessun voto contrario e 4 astenuti.

La misura, primo pezzo del Family Act, prevede un assegno mensile di 250 euro per tutti i figli, dal settimo mese di gravidanza ai 21 anni.

I fondi a disposizione sono 20 miliardi tra fondi degli aiuti pre-esistenti e nuovi stanziamenti, ma potrebbero aumentare, ha detto ieri la ministra per le Pari opportunità e la Famiglia Elena Bonetti.

L’importo dell’ assegno è maggiorato dal terzo figlio in poi e senza limiti d’età per i figli disabili. Più basso dalla maggior età.

Inoltre, una norma transitoria preannunciata dalla ministra consentirà di non perdere il beneficio anche alle famiglie che hanno detrazioni fiscali per figli di oltre 21 anni.

 

Stampa

Dattilografia + ECDL: 1,60 punti per il personale ATA a soli 150€! Entro il 22/04…