Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Assegno unico figli: quando spettano le maggiorazioni per ISEE e lavoro?

WhatsApp
Telegram

Previste 2 maggiorazioni per le famiglie che andranno a percepire l’assegno unico per i figli. Vediamo quali sono.

E’ iniziata la corsa alla domanda dell’assegno unico per le famiglie con figli a carico. Nella presentazione della domanda, in ogni caso, è previsto per le famiglie chiedere anche della maggiorazioni sull’importo dell’assegno (che di base, ricordiamo, ha un importo pari a 175 euro per ogni figlio minorenne solo se il nucleo familiare ha un ISEE fino a 15mila euro).

Il decreto che attua il sostegno per i gentori, infatti, prevede, al di là delle maggiorazioni spettanti per i figli disabili, anche delle maggiorazioni in base all’ISEE e per la tipologia di lavoro esercitata dai genitori del minore. Cerchiamo di capire a chi spettano.

Maggiorazioni lavoro per Assegno Unico

Al comma 8 dell’articolo 4 del decreto legislativa 230 del 21 dicembre 2021, è riportato chiaramente che: “Nel caso in cui entrambi i genitori siano titolari di reddito da lavoro, e’ prevista una maggiorazione per ciascun figlio minore pari a 30 euro mensili. Tale importo spetta in misura piena per un ISEE pari o inferiore a 15.000 euro. Per livelli di ISEE superiori, esso si riduce gradualmente secondo gli importi indicati nella tabella 1 fino ad annullarsi in corrispondenza di un ISEE pari a 40.000 euro. Per livelli di ISEE superiori a 40.000 euro la maggiorazione non spetta.”

Se entrambi i genitori (indifferente che siano sposati, conviventi, non conviventi, separati o divorziati) percepiscono reddito da lavoro c’è diritto ad una maggiorazione sull’assegno unico pari a 30 euro al mese per ogni figlio, ma solo per ISEE fino a 15mila euro. Per ISEE superiore la maggiorazione diminuisce fino ad annullarsi per ISEE superiore a 40mila euro.

Maggiorazione ISEE

Per i nuclei familiari è prevista, inoltre, un’ulteriore maggiorazione il cui importo va calcolato sulla componente familiare e fiscale, che spetta, però soltanto ai nuclei familiari con ISEE fino a 25mila euro che, però, nel corso del 2021 hanno fruito effettivamente dell’assegno al nucleo familiare.

Questa seconda maggiorazione è stata introdotta per un solo triennio al fine di consentire un passaggio graduale dalle misure in essere fino al 2021, all’assegno unico (che ricordiamo incorpora diverse misure le cui importanti sono gli ANF e le detrazioni per i figli a carico).

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO