Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Assegno unico figli da gennaio 2022: come comportarsi per genitori non conviventi?

WhatsApp
Telegram

L’assegno unico si avvicina anche per i lavoratori dipendenti: qualche chiarimento.

L’assegno unico è alle porte e comincia a destare non poche preoccupazioni soprattutto a chi si trova nella condizione di avere una famiglia non “tradizionale”. Cerchiamo di chiarire qualche dubbio ad una nostra lettrice:

Buongiorno,Vi scrivo in merito al nuovo assegno unico che partirà da gennaio.
Io convivevo con il padre di mia figlia, ci siamo lasciati e con sentenza del tribunale vi siamo accordati per l’affido condiviso e un assegno di mantenimento per la bambina.
Fino adesso ho preso io l’assegno familiare in quanto dipendente privata, lui invece è un autonomo.
Adesso invece come dovremmo comportarci per l’assegno unico? Non trovo una risposta univoca per la mia domanda. Perché parla sempre di coppie separate o divorziate che dovrebbero dividere la quota dell’assegno.
Ma noi nn eravamo sposati. E lui ha già detto che non farà la dichiarazione isee per averlo. Infatti nn ha fatto domanda per questi mesi in cui alla fine poteva fare quello temporaneo da lavoratore autonomo.
Grazie se vorrete rispondere alla mia domanda. 
Cordialmente 

Assegno unico figli

Partiamo da una certezza: se lei, mamma dipendente, percepisce gli assegni al nucleo familiare, il papà autonomo non poteva richiedere l’assegno temporaneo per la stessa figlia.

In ogni caso l’assegno unico potrà essere richiesto solo dal genitore che convive con i figli; poi l’assegno potrà essere corrisposto o al 100% a chi lo richiede o dividendolo al50% ad entrambi i genitori.

Ma se il papà della bambina non è disposto a fare l’ISEE per averlo potrà permettere a lei di riceverlo in misura piena  dando la sua autorizzazione alla cosa sul sito dell’INPS (completando la sua domanda).

Purtroppo indicazioni non sono state ancora fornite per i genitori non sposati e non conviventi per quel che riguarda l’assegno unico, ma nel vostro caso siete sicuramente avvantaggiati dal fatto che esiste un provvedimento del giudice che ha stanziato un mantenimento ai figli. In ogni caso ritengo che se il padre non è interessato ad averlo potrà beneficiarne lei per intero.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO