Assegno unico figli, aumenti del 50% in pagamento da febbraio: ecco a chi spettano

WhatsApp
Telegram
Bambini

Da gennaio 2023 è previsto un incremento del 50% dell’assegno unico per le famiglie con figli di età inferiore a un anno e per i figli con una età compresa da uno a tre anni per le famiglie con tre o più figli e con ISEE fino a 40.000 euro. Lo prevede la legge di Bilancio 2023.

E’ inoltre prevista una maggiorazione del 50% dell’assegno unico per le famiglie con 4 o più figli, mentre vengono confermate e rese strutturali le maggiorazioni dell’assegno unico per ciascun figlio con disabilità a carico senza limiti di età.

Più nello specifico, come si legge in una nota dell’Inps, si prevede:

– l’aumento del 50% della maggiorazione forfettaria, per i nuclei con almeno 4 figli, che sale a 150 euro mensili a nucleo;
– l’aumento del 50% dell’assegno per i nuclei familiari numerosi, con tre o più figli a carico, limitatamente ai figli di età compresa tra uno e tre anni per i quali l’importo spettante per ogni figlio aumenta del 50%, per livelli di ISEE fino a 40.000 euro;
– l’aumento del 50% dell’assegno, da applicare agli importi spettanti secondo le fasce Isee di riferimento, per i nuclei familiari con figli di età inferiore a 1 anno.

Gli aumenti saranno erogati a partire da febbraio.

Ricordiamo che non serve presentare domanda per il rinnovo, ma è necessario rinnovare la DSU per il 2023.

Assegno unico figli: nessuna domanda per il rinnovo, ma obbligatorio presentare la DSU per il 2023

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur