Assegno unico figli a carico, maggiorazione per genitori vedovi: rilascio nuove funzioni. Messaggio Inps

WhatsApp
Telegram

Con il messaggio 20 giugno 2024, n. 2303 l’Inps comunica che, nel servizio online di presentazione della domanda di Assegno unico e universale per i figli a carico, sono disponibili nuove funzionalità per la gestione della maggiorazione per genitori entrambi lavoratori in caso di domande presentate da nuclei vedovili.

In caso di presentazione di una nuova domanda di Assegno unico da parte di un nucleo familiare monogenitoriale, con motivazione “altro genitore deceduto”, la procedura propone la compilazione di un ulteriore campo con il codice fiscale del genitore deceduto, al fine di verificare il diritto.

Nell’ipotesi di domanda già presentata da un nucleo familiare monogenitoriale per decesso dell’altro genitore, il richiedente viene informato con apposita comunicazione della possibilità di integrare la stessa al fine di usufruire della maggiorazione. L’integrazione con il codice fiscale del genitore deceduto può essere effettuata accedendo alla sezione “Consulta e gestisci le domande già presentate”, selezionando la voce “Modifica” e successivamente “Scheda”.

Nel caso in cui il decesso di uno dei genitori avvenga in corso di fruizione della prestazione, l’Istituto provvede in automatico al subentro del genitore superstite nella domanda e continua a riconoscere la maggiorazione per genitori entrambi lavoratori.

Dal 1° giugno 2023 “la maggiorazione è riconosciuta, nel caso di unico genitore lavoratore al momento della presentazione della domanda, ove l’altro risulti deceduto, per un periodo massimo di cinque anni successivi a tale evento, nell’ambito del limite di godimento dell’assegno”

Messaggio Inps

Leggi anche

Assegno unico figli a carico 2024: calendario pagamenti da luglio a dicembre. Messaggio Inps

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri