Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Assegno sociale: spetta anche la pensione di vecchiaia a 71 anni?

WhatsApp
Telegram

La pensione di vecchiaia non può sommarsi all’assegno sociale, se si raggiunge il diritto a 71 anni è bene sapere che una prestazione esclude l’altra.

I lavoratori che al compimento dei 67 anni non hanno raggiunto il diritto alla pensione di vecchiaia hanno la possibilità di richiedere l’assegno sociale, una misura assistenziale che lo stato eroga quando il cittadino versa in uno stato di bisogno economico se rientra nei requisiti reddituali richiesti.

Ma se si percepisce l’assegno sociale è possibile avere diritto alla pensione di vecchiaia al compimento dei 71 anni? Scopriamolo rispondendo alla domanda di una nostra lettrice che ci scrive:

Buonasera vorrei fare una domanda mio marito ha 14 anni di contributi ed ha 71 anni prende la pensione sociale di 460 euro ha invalidità del 90%ma nn percepisce sussidio d’invalidità ha diritto alla pensione di vecchiaia? Grazie per l’aiuto.

Pensione di vecchiaia a 71 anni

La pensione di vecchiaia contributiva, quella che spetta al compimento dei 71 anni a chi ha versato almeno 5 anni di contributi, spetta solo a chi ricade, appunto, nel sistema contributivo puro.

Questo significa che è riconosciuta soltanto a chi ha versato i propri contributi o a partire dal 1996 (e non possiede nessun contributi versato prima di quell’anno) o che può scegliere il computo nella Gestione Separata (non è il caso di suo marito poichè il computo richiede almeno 15 anni di contributi versati totali).

Se suo marito, quindi, ha contributi versati soltanto dal 1996 in poi potrebbe avere diritto alla pensione di vecchiaia contributiva, ma attenzione, la stessa non andrebbe a sommarsi all’assegno sociale ma lo andrebbe a sostituire. Proprio per questo motivo se rientrasse nel diritto vi consiglio, prima di richiederla, di farvi fare un conteggio dell’importo che spetterebbe: il rischio, infatti, potrebbe essere quello di ricevere una pensione di importo più basso di quello attualmente percepito a titolo di assegno sociale (visto, tra l’altro, che la pensione contributiva non è integrabile al minimo).

In ogni caso potete provare a vedere se, nel caso, vi spetta l’integrazione dell’assegno sociale con la pensione di cittadinanza che potrebbe alzare lievemente l’importo percepito mensilmente. Potete rivolgervi ad un CAF per capire se rientrare nei requisiti patrimoniali e reddituali per richiedere il sussidio e integrarlo all’assegno sociale.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur