Assegno di 500 euro ai giovani fino a 26 anni: le anticipazioni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono a cura del Messaggero che, assicura, ha visionato le bozze della Legge di Bilancio. Accanto all’ormai conosciuto reddito di cittadinanza ci sarebbe anche un “reddito base universale”, garantito a tutti i giovani non occupati tra i 18 e i 26 anni.

Assegno di 500 euro

L’assegno mensile sarebbe di 500 euro e sarebbe erogato per due anni nella fascia 18 – 26 anni, indipendentemente dal reddito familiare.

L’obiettivo sarebbe quello di incentivare l’iscrizione agli uffici di collocamento, in modo – scrive il Messaggero – da aumentare il tasso delle persone in cerca di occupazione e, dunque, il potenziale di crescita dell’economia, aumentando in questo modo anche gli spazi di flessibilità europea.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione