Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Assegni familiari in presenza di matrimonio civile: spettano?

WhatsApp
Telegram

L’ANF spetta anche a chi è sposato con solo rito civile. Vediamo come fare ad ottenere anche gli arretrati.

Le nuove tabelle INPS per gli assegni al nucleo familiare sono contenute nella circolare 65 del 30 maggio 2022. In esse, dopo aver recepito le novità introdotte dall’assegno unico per i figli, rimangono solo le tabelle per i nuclei familiari in cui non siano presenti figli con diritto alla nuova misura. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci scrive:

Buongiorno. Sono:- titolare di pensione (ex dipendente di banca) per un imponibile lordo pari a € 22.700 annui e non ho altri redditi di qualsivoglia genere;
– sposato, da sei anni con rito civile, con mia moglie, nulla tenente e nulla facente;
– senza figli.
Gradirei sapere se ho diritto agli assegni familiari e se posso chiedere quelli retroattivi.
Ringraziando, porgo distinti saluti.

Assegno al nucleo familiare

Il matrimonio civile è alla base anche di quello religioso. Anzi, un matrimonio religioso senza matrimonio civile non ha valenza agli occhi della legge. Mentre un matrimonio civile, senza rito religioso ha la stessa valenza ai fini burocratici.

Quindi gli ANF possono essere richiesti, tranquillamente, anche da chi è sposato con il solo rito civile. Nel suo caso, quindi, può richiedere tranquillamente gli assegni al nucleo familiare. Può, inoltre, vedersi pagare anche gli arretrati per gli ultimi 5 anni (se le condizioni economiche e familiari erano le stesse di adesso). Per avere anche gli arretrati, però, deve presentare una domanda per ogni anno di riferimento tenendo sempre presente che l’ANF si basa sull’anno che va dal 1 luglio al 30 giugno dell’anno successivo. Ad ogni domanda, ovviamente, deve indicare i redditi del nucleo familiare riferiti all’anno di imposta precedente.

Le dico subito, però, che per la fascia di reddito cui rientra l’assegno ha un importo di poco superiore ai 10 euro mensili. Può verificare lei stesso consultando la tabella 21 A allegata alla circolare INPS di riferimento nella quale è chiarito che per nuclei familiari con 2 componenti, per redditi che vanno da 21.341,91 a 24.896,98 l’importo riconosciuto è di 10,33 euro al mese.

Per capire come inviare la domanda per gli arretrati spettanti consiglio la lettura dell’articolo: ANF: modulo da compilare e richiesta degli arretrati, come procedere

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur