Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni, ho inviato la domanda: come faccio ad aggiornarla, modificarla o cancellarla. Guida pratica

di Giovanna Onnis
ipsef

item-thumbnail

Le domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria per i diversi ordini e gradi i di istruzione devono essere compilate e inviate nel portale del MIUR Istanze online.

Ogni docente dovrà rispettare i termini previsti per il grado di istruzione di appartenenza, termini ormai scaduti il 20 luglio per la scuola dell’Infanzia e per la scuola Primaria e che scadranno il 2 agosto per la scuola Secondaria di I e II grado

In seguito alla compilazione della domanda, corredata dei necessari documenti allegati, il docente può decidere di salvarla senza inviarla e in tal caso risulterà inserita su Istanze online allo stato di “bozza”, oppure può inviarla subito.

Indichiamo come procedere su Istanze online.

Completato l’inserimento di tutti i dati della domanda, bisogna cliccare su “Inserisci”, che si trova in fondo alla pagina.

Compare, quindi, la pagina per l’inserimento del codice personale

Dopo l’Inserimento del proprio codice personale e necessario cliccare su “Conferma”

In questo modo la domanda è stata inserita e il Sistema lo segnala mostrando l’elenco delle domande inserite, con la domanda in questione in stato di “in bozza”.

Al termine dell’inserimento la procedura di presentazione della domanda non è ancora completata. Per completare l’operazione, si deve effettuare l’invio della domanda, utilizzando la funzione “Invia”.

In ambedue i casi, domanda in stato di “bozza” oppure domanda “inviata”, potrebbe presentarsi la necessità di intervenire di nuovo sulla domanda per apportare correzioni o modifiche.

E’ utile chiarire che questo si può fare, ma soltanto se i termini di presentazione delle domande non sono ancora scaduti e, quindi, le funzioni sul portale Istanze online sono ancora attive.

I docenti della scuola dell’Infanzia e della scuola Primaria non possono più modificare la loro domanda in quanto le funzioni sono ormai chiuse, mentre possono intervenire in tal senso i docenti della scuola Secondaria di I e di II grado e avranno tempo fino al 2 agosto.

Indichiamo, quindi, la procedura da seguire su Istanze online, differenziando i due casi che possono presentarsi in relazione allo stato della domanda che può essere, appunto, in “bozza” o “inviata”.
Nel caso in cui la domanda si trovi in stato di “bozza”, è possibile variarne i dati inseriti utilizzando la funzione di aggiornamento, a cui si accede cliccando sul bottone “Aggiorna” presente in fondo alla pagina di visualizzazione dei dati della domanda

Viene, a questo punto, visualizzata la pagina per la modifica dei dati. La pagina è analoga a quella di inserimento, quindi si può procedere come già operato per la compilazione

Completata la modifica di tutti i dati di interesse, bisogna cliccare” su “salva” in fondo alla schermata

Compare, come al solito, la pagina per l’inserimento del codice personale, sulla quale si deve inserire il codice personale e cliccare su “Conferma”

Al termine dell’aggiornamento la procedura di presentazione della domanda non è ancora completata. Per completare l’operazione, si deve effettuare l’invio della domanda, utilizzando la funzione “Invia la domanda”. Per accedere alla funzione, si deve cliccare sul pulsante “Invia” presente in fondo alla pagina di visualizzazione dei dati della domanda.

Viene mostrata una pagina per la scelta dell’ufficio a cui inviare la domanda. Il sistema propone l’ufficio scolastico provinciale della provincia a cui è indirizzata la domanda come unico ufficio a cui inviarla.

Compare, una pagina di conferma in cui, se si vuole procedere, bisogna indicare “Si” e cliccare su “conferma” e di seguito la pagina per l’inserimento codice personale, sulla quale si deve inserire il codice personale e “cliccare” su “conferma”

Se il codice personale digitato è corretto, al tasto “conferma” la domanda viene inviata.

Se l’operazione va a buon fine, il Sistema prospetta l’elenco delle domande del docente con lo stato della domanda impostato a “Inviata”

E’ importante controllare che, dopo l’invio, nella colonna “Stato Domanda”sia riportata la dicitura“Inviata a” e che il codice sia quello scelto. Lo stato “Inviata” e’garanzia che l’invio della domanda e’ stato correttamente effettuato.

Se l’operazione termina con successo, al docente viene inviata una mail come notifica dell’avvenuto invio della domanda. Inoltre viene creato un pdf contenete il modulo domanda compilato e le autocertificazioni inserite; il pdf viene inserito nella sezione “Archivio” presente sulla Home Page di Istanze online, dove è possibile accedere per verificare la congruenza delle informazioni presenti sul pdf.

In seguito all’invio della domanda è sempre possibile, entro i termini di presentazione, intervenire per modificarla e apportare correzioni. Per fare ciò è necessario annullare l’invio della domanda. La funzione, che può essere utilizzata per le sole domande che si trovano nello stato “Inviata”, pone la domanda nello stato di “Invio annullato”. Sulla domanda che si trova in questa stato è possibile effettuare le stesse operazioni previste per una domanda nello stato di “In bozza”. La funzione inoltre cancella, dalla sezione “Archivio” presente sulla Home Page di Istanze online, il pdf della domanda che vi era stato inserito al momento dell’invio.
Per accedere alla funzione, si deve cliccare sul bottone “Annulla Invio” presente in fondo alla pagina di visualizzazione dei dati della domanda.

Si apre una pagina di conferma per l’inserimento codice personale, sulla quale si deve inserire il codice personale e si deve cliccare su “conferma”
Se il codice personale digitato è corretto, al tasto “conferma” viene effettuato l’annullamento dell’invio.

La domanda ora è nello stato di “Invio annullato”.
Se si desidera partecipare alle operazioni di mobilità, dopo aver effettuato l’annullamento dell’invio, si deve procedere ad un nuovo invio.

E’ utile ribadire che questa procedura può essere ripetuta più volte, se necessario, ma sempre entro i termini di presentazione della domanda
Un’altra possibilità è quella di eliminare definitivamente la domanda inserita su Istanze on line che si trova in stato di “bozza” o che risulta “Inviata”. Per fare ciò è necessario cancellarla accedendo alla funzione e cliccando sul bottone “Cancella” presente in fondo alla pagina di visualizzazione dei dati della domanda

Comparirà la seguente schermata dove è necessario, ai fini della cancellazione, selezionare “Sì” e cliccare su “Conferma”

Compare, come al solito, la pagina per l’inserimento codice personale, sulla quale si deve inserire il codice personale e “cliccare” su “Conferma”

Se il codice personale digitato è corretto, al tasto “conferma” la domanda viene cancellata

La cancellazione elimina definitivamente la domanda dal Sistema.

Se si desidera partecipare alle operazioni di mobilità, si deve procedere nuovamente all’inserimento della domanda, compilandola in tutte le sue parti, ed al suo invio.

Riteniamo utile in ogni caso sottolineare che è consigliabile non aspettare l’ultimo giorno per effettuare modifiche o correzioni delle domanda in quanto un eventuale problema di connessione o blocco temporaneo del sistema potrebbe impedire al docente di effettuare l’invio definitivo con tutte le comprensibili conseguenze.

Tutto su utilizzazioni e assegnazioni

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare