Assegnazioni provvisorie su sostegno, l’ordine di assegnazione delle cattedre

Stampa

Un docente titolare di sostegno nella scuola di II grado, che chiede assegnazione provvisoria provinciale su sostegno nel comune viciniore al comune di ricongiungimento, ha la precedenza sul docente titolare di posto comune che chiede utilizzazione su sostegno nella scuola di precedente titolarità, ubicata nel suddetto comune viciniore?

La risposta di Giovanna Onnis nella rubrica di consulenza

L’ordine delle operazioni relative alla mobilità annuale (utilizzazioni e assegnazioni provvisorie) è indicata nella sequenza operativa stabilità nel CCNI 2016/17 (Allegato 3)

La prima tipologia riguarda le operazioni che interessano i titolari su posto di sostegno e il docente titolare sul sostegno che chiede assegnazione provvisoria sul sostegno rientra nella fase 9:

fase 9 = Riguarda l’assegnazione provvisoria su sostegno del docente titolare su posto di sostegno nello stesso comune tra distretti diversi e nella provincia.

La seconda tipologia di movimenti riguarda le operazioni su sostegno dei titolari di posto comune nella provincia e il docente titolare su posto comune che chiede utilizzazione sul sostegno nella scuola di precedente titolarità rientra nella fase 10:

fase 10 = Vengono utilizzati prioritariamente nella scuola di precedente titolarità i docenti in possesso del prescritto titolo di specializzazione e titolare di posto di tipo comune, trasferiti quale soprannumerari nell’anno cui si riferiscono le operazioni o negli ultimi otto anni

In base alle fasi indicate, quindi, avrà priorità il docente titolare sul sostegno che chiede AP sempre sul sostegno nel comune viciniore.

Le fasi di assegnazione delle cattedre di sostegno

Vengono utilizzati prioritariamente i docenti già titolari delle Dotazioni Organiche di Sostegno della scuola secondaria di secondo grado che non abbiano potuto ottenere la conferma sulla propria sede di servizio dell’anno scolastico 2015/16. ( fase 1 ).

Seguono le utilizzazioni dei docenti titolari sul sostegno che usufruiscono delle precedenze secondo l’ordine riportato nell’art. 8 dell’ipotesi di CCNI ( fasi 2-3-4-5-6 ).

Leggi la sequenza completa

Vanno poi presi in considerazione i contratti regionali, alcuni dei quali hanno stabilito la possibilità di assegnare cattedre libere su sostegno a docenti privi della relativa specializzazione

I contratti regionali

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur