Assegnazioni provvisorie su sostegno docenti privi di specializzazione, anche in Abruzzo è possibile. Le indicazioni

Stampa

L’utilizzazione su posti di sostegno di docenti di ruolo privi di titolo di specializzazione, nell’ambito delle operazioni di mobilità annuale, ha suscitato numerose polemiche, tuttavia gli UU.SS.RR. che hanno previsto nei contratti integrativi regionali la citata modalità di utilizzo hanno mantenuto le disposizioni già predisposte.

La soluzione individuata da Sicilia e Sardegna e altri UU.SS.RR. per far rientrare il maggior numero possibile di docenti trasferiti fuori regione, in seguito alla mobilità straordinaria 2016/17,  è stata adottata anche dall’USR Abruzzo, che ha integrato il contratto regionale già sottoscritto:

Per l’anno scolastico 2016/17, sui posti di sostegno residuati al termine delle operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria previste dall’Ipotesi di CCNI del 15/6/2016 e dopo aver disposto le nomine del personale docente a tempo determinato in possesso del titolo di specializzazione per l’insegnamento su posti di sostegno incluso nelle graduatorie provinciali e in quelle d’istituto, ivi compresi gli aspiranti che hanno dato la disponibilità per la nomina ai sensi dell’art. 2, comma 2, del D.M. n. 326 del 3 giugno 2015, i Responsabili degli Ambiti Territoriali Provinciali disporranno, in una seconda sequenza operativa, le assegnazioni provvisorie interprovinciali dei docenti privi del titolo di specializzazione.

Anche in questo caso, i docenti richiedenti l’assegnazione provvisoria interprovinciale, qualora non la ottengano, potranno essere assegnati su posti di sostegno, dopo le nomine del personale a tempo determinato specializzato inserito nelle GaE e nelle GI e del personale che ha presentato domanda di messa a disposizione.

Dopo le nomine dei supplenti specializzati, i dirigenti scolastici restituiranno i posti residuati agli Ambiti Territoriali Provinciale di competenza, che li assegneranno ai docenti che non hanno ottenuto l’assegnazione provvisoria interprovinciale e che presenteranno domanda integrativa a tal fine.

Consigliamo ai docenti interessati di monitorare il sito dell’USR e dell’ATP di interesse, al fine di tenersi aggiornati sulla presentazione della citata domanda integrativa.

L’integrazione al contratto regionale dell’Abruzzo

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni, attenzione alle regole dei contratti regionali. Aggiunta Abruzzo (integrazione)

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese