Assegnazioni provvisorie: come si calcola il punteggio, non può essere richiesta dai neoimmessi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

No assegnazione provvisoria per docenti assunti da 1° settembre 2017

Valentina – La questione che volevo sottoporvi è questa: se nel corso delle operazioni di immissione in ruolo nella scuola secondaria di secondo grado mi trovassi costretta ad accettare un ambito molto distante da casa, dato che ho un bimbo di un anno e mezzo, posso sperare in un cambiamento di sede dopo l’accettazione, ovvero richiedere un’assegnazione provvisoria? E come devo procedeeere, eventualmente? E ancora, l’anno successivo, sarei destinata nuovamente alla scuola di partenza? Spero di essere stata chiara,  Distinti saluti

Assegnazioni provvisorie: come si calcola il punteggio

Agata – Sono una insegnante di ruolo da due anni a Rivoli (TO), residente a Siracusa. Ho fatto la domanda di mobilita’, ma non mi è stata accettata, per cui adesso aspetto il risultato della assegnazioni provvisorie sia per la primaria, che per l’infanzia. lLa mia domanda è la seguente: il punteggio valido per le assegnazioni è uguale a quello della mobilita’? Formeranno, poi, le graduatorie in  modo da controllare il punteggio attribuitomi? Il mio punteggio è 105 punti. Io vi ringrazio

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare