Assegnazioni provvisorie per i docenti bloccati dai vincoli, Pittoni (Lega) ci crede: “Ecco come fare”

Stampa

La pubblicazione del decreto sostegni bis in Gazzetta Ufficiale ha confermato quanto già previsto: passaggio del vincolo di permanenza docenti sulla stessa sede da 5 a 3 anni e nessuna concessione di assegnazione provvisoria per tali insegnanti bloccati. Ma nei prossimi giorni il testo andrà in Parlamento e già si prospettano emendamenti su questo tema.

Fra i primi sostenitori di questo tema c’è senz’altro il senatore Mario Pittoni, responsabile scuola della Lega, che ha già annunciato che presenterà emendamenti al decreto sostegni bis.

Per quanto riguarda la concessione delle assegnazioni provvisorie ai docenti vincolati, Pittoni è convinto che il tempo ancora non sia scaduto: “Premesso  che l’assegnazione provvisoria può essere disposta fino al 20° giorno successivo all’inizio delle lezioni (mediamente tra il 4 e il 10 ottobre), scrive Pittoni, per evitare il sovrapporsi di tale procedura col conferimento delle supplenze, sarebbe ovviamente opportuno che quest’ultimo fosse programmato per fine agosto e le assegnazioni provvisorie all’inizio dello stesso mese“.

Per questo motivo, “la scadenza per la presentazione delle domande non dovrebbe superare il 15 luglio. Ci sono ancora 50 giorni per la conversione del decreto Sostegni bis e, comunque, la relativa ordinanza ministeriale può essere emanata subito dopo l’approvazione dell’emendamento da parte del primo ramo del Parlamento, che procede alla conversione in legge con clausola di inefficacia nel caso di mancata conversione del decreto o di revoca della disposizione emendativa”, conclude il responsabile scuola della Lega.

Nei giorni scorsi il senatore aveva chiesto aiuto anche ai “nemici” del M5S per trovare insieme una soluzione sul tema docenti vincolati: “Lo stop all’assegnazione provvisoria dei docenti è uno dei tanti dispetti “spacca-famiglie” voluti con tutte le sue forze da Azzolina. Chiediamo al M5s se non sia il caso di aiutarci a cancellare una norma che nei fatti ha mostrato solo negatività

Il testo entra in vigore subito, ma per diventare legge dovrà passare, come è noto, l’esame del Parlamento dovrà potrà essere cambiato. L’esame inizierà prima dalla Camera (dove si potrà modificare) e poi al Senato.

Decreto Sostegni bis, testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale (scarica PDF) Cosa si prevede per la scuola

TESTO UFFICIALE [PDF]

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi