Assegnazioni provvisorie, in Sicilia 6500 posti di sostegno in deroga

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Abbiamo riferito sulla situazione dei vincitori del concorso 2016 per la scuola primaria in Sicilia, che non potranno molto probabilmente essere assunti tutti, nonostante la proroga di un anno delle graduatorie di merito, prevista dalla legge di Bilancio 2018.

Concorso primaria 2016, assunzione non garantita per i vincitori

I numeri del concorso sono stati forniti da “La Sicilia”, in un articolo in cui sono stati dati anche i numeri relativi ai posti in deroga di sostegno.

Posti in deroga

Nell’articolo succitato, datato 9 luglio 2018, si indica che i posti di sostegno in deroga saranno circa 6.500.

Si tratta di un numero consistente che incrementa la speranza di molti docenti specializzati titolari al Nord di rientrare in Regione almeno per un anno.

Il numero di posti, oltre che ai docenti forniti di titolo di specializzazione sulle attività di sostegno, consente di sperare anche a insegnanti non in possesso del predetto titolo, in seguito alla  novità introdotta nel CCNI sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie a.s. 2018/19.

Assegnazioni su sostegno senza titolo

Il predetto contratto, infatti, prevede che l’assegnazione su posti di sostegno può essere richiesta anche da insegnanti privi di titolo di specializzazione, dopo quelli specializzati e dopo aver accantonato un numero di posti pari a quello dei precari specializzati presenti in GaE e nelle Graduatorie di Istituto.

Al fine suddetto, i docenti interessati, oltre a poter richiedere l’assegnazione provvisoria per uno dei motivi previsti dal Contratto e quindi per il posto/classe di concorso di titolarità, devono essere in possesso di uno dei due seguenti requisiti:

  • essere in procinto di concludere il percorso di specializzazione sul sostegno;
  • in subordine, aver prestato servizio per almeno un anno su posti di sostegno (anche a tempo determinato).

La combinazione tra la nuova disposizione e il numero di posti in deroga, in conclusione, fanno ben sperare a molti docenti assunti lontano dall’Isola.

Vai al nostro speciale

Versione stampabile
anief
soloformazione