Assegnazioni provvisorie, esclusione per mancata indicazione tutte scuole comune di ricongiungimento! Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Gentilissimo direttore, sono una Professoressa e vivo a Reggio Calabria. Dopo molti anni di precariato nella mia città sono stata costretta ad emigrare perché non riuscivo più ad avere un carico completo in quanto i “SISTEMI” del provveditorato creavano sempre situazioni ambigue e strane. Mi riferisco a posti che apparivano e sparivano misteriosamente.
Nell’a.s. 2014/2015 sono stata assunta a tempo indeterminato al Nord ed ho svolto interamente e senza demerito l’anno di prova.

Nell’a.s. 2015/2016 e 2016/2017 ho richiesto l’assegnazione provvisoria interprovinciale ottenendola nella PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA e quindi FUORI DAL COMUNE DI RICONGIUNGIMENTO al coniuge.
Nell’a. s. 2016/2017 ho partecipato alla mobilità straordinaria e, secondo la legge, avrei avuto la precedenza ed il diritto di essere trasferita in quanto assunta nell’a.s.2014/2015. Anche questa volta però in provincia di Reggio Calabria per alcuni ci sono i posti per altri NO e vado a finire in un’altra provincia lontano dalla mia famiglia, fuori regione.

Quest’anno, a.s. 2017/2018, ho chiesto l’assegnazione provvisoria INTERPROVINCIALE per la PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA.
Il 22 Agosto 2017 l’USR di Reggio Calabria ha pubblicato le graduatorie ed evinco che sono in una buona posizione. Secondo quanto indicato dallo stesso ufficio i posti ci sono sia nel comune di ricongiungimento sia nella provincia quindi l’assegnazione provvisoria sembra un fatto scontato.
Il 29 Agosto l’USP pubblica le assegnazioni provvisorie e risulto esclusa.
La stessa sera invio un reclamo per segnalare l’errore e il giorno dopo invio un nuovo reclamo ma non ricevo nessuna risposta. Mi reco all’Ufficio per due giorni di seguito ma non mi apre nessuno e mi viene riferito da alcuni presenti al pian terreno che resterà chiuso fino a giorno 1 settembre, giorno in cui i docenti sono tenuti a prendere servizio. Intanto il sindacato a cui mi sono rivolta per chiedere aiuto mi dice di aver contattato una responsabile che ha esposto il motivo dell’esclusione. La stessa spiega che nella domanda era necessario indicare tutte le scuole del comune di ricongiungimento contrariamente a quanto chiarito dalla circolare del Dirigente Miur per il Personale docente ed educativo Dott. Bonelli il quale in data 21 luglio 2017 aveva comunicato agli USP la pubblicazione di una FAQ in cui veniva chiarito: è sufficiente, solo per coloro che hanno fatto domanda di assegnazione provvisoria, “ indicare come prima preferenza quella per una scuola sede di organico del comune di ricongiungimento senza l’obbligo di indicare tutte le sedi presenti nel comune prima di passare ad altri comuni, che la domanda di assegnazione è corretta anche con UNA SOLA SCUOLA del Comune di ricongiungimento”. Oltre alla circolare di Bonelli ed alla FAQ sul sito del MIUR altri siti come, per esempio, “Orizzontescuola” e “Professione docente” hanno divulgato la stessa notizia.

Dopo tutto ciò, l’amarezza più grande la provo quando vengo a sapere che c’è grande disponibilità di posti ma l’USP non intende cambiare posizione.

Adesso chiedo:

1) E’ possibile che un USP proceda in tal modo mentre in tutte le altre province della regione Calabria i lavori sono stati svolti diversamente?
2) E’ possibile che nessuno possa intervenire a risolvere la situazione?
3) E’ possibile che un USP non riceva il pubblico nemmeno in situazioni di urgenza? (certa di avere l’assegnazione non avevo programmato la mia partenza e quella della mia famiglia verso un’altra città)
4) E’ possibile che un USP non risponda ai reclami?
5) E’ possibile che, nonostante ci siano tanti posti disponibili, non vengano effettuate le dovute rettifiche per consentirmi di ricongiungermi alla mia famiglia?
6) E’ POSSIBILE CHE TUTTO CIO’ ACCADA?

Sperando di poter divulgare l’accaduto affinché i cittadini, nonché i lavoratori, abbiano voce e le ingiustizie vengano smascherate porgo i miei più cordiali saluti.
MARIA CATALANO

Versione stampabile
anief anief
soloformazione