Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni: quali precedenze valgono, le novità, le dichiarazioni personali. Ebook gratuito

di redazione
ipsef

a cura di Paolo Pizzo, questo ebook gratuito offre a tutti gli interessati una guida ragionata su quelle che saranno le precedenze previste nella nuova mobilità annuale (Assegnazioni provvisorie/Utilizzazioni).

a cura di Paolo Pizzo, questo ebook gratuito offre a tutti gli interessati una guida ragionata su quelle che saranno le precedenze previste nella nuova mobilità annuale (Assegnazioni provvisorie/Utilizzazioni).

La guida analizza le precedenze di cui all'art. 8 del nuovo CCNI che i docenti troveranno nell'apposita sezione del modulo-domanda online.

Le precedenze sono raggruppate sistematicamente per categoria e funzionalmente inserite secondo un ordine di priorità.

I requisiti debbono sussistere entro la data di presentazione della domanda di assegnazione/utilizzazione e la documentazione deve essere prodotta entro la medesima data.

Si è tenuti a dichiarare il venir meno delle condizioni che hanno dato titolo alle precedenze entro il termine ultimo di presentazione delle domande.

La validità delle precedenze è condizionata dalla presentazione della specifica documentazione e/o autocertificazione che deve essere allegata alla domanda di assegnazione.

È dunque necessario presentare le dichiarazioni personali sostitutive delle certificazioni, salvo i casi in cui è obbligatorio allegare una certificazione espressamente prevista dal C.C.N.I sulla mobilità e dall'Ipotesi di C.C.N.I. sulle assegnazioni provvisorie (certificati di disabilità, grave patologie, invalidità ecc.).

I responsabili degli Uffici territorialmente competenti procederanno ai controlli prescritti dalla normativa vigente sulle dichiarazioni personali rilasciate dagli interessati.

La documentazione e le certificazioni da allegare alle domande devono essere prodotte in conformità a quanto riportato nell'art. 4 dell'O.M. n.241 dell' 8 aprile 2016.

Le novità:

§ Priorità per l'assistenza ai figli rispetto ai titolari dei medesimi benefici per l'assistenza al coniuge o al genitore;

§ Elevata a sei anni l'età dei figli per i quali si ha diritto alla precedenza;

§ Precedenza per i genitori di figli entro il dodicesimo anno di età (limitatamente alle sole assegnazioni provvisorie interprovinciali).

Scarica l'ebook

Versione stampabile
anief anief
soloformazione