Assegnazioni provvisorie, domande prima di conoscere sede chiamata diretta. Possibile ritirarla se si ottiene scuola migliore?

di Nino Sabella
ipsef

Il 22 luglio u.s. sono state pubblicate le indicazioni operative per la chiamata diretta (qui la nostra Guida) e la nota  relativa alle date di presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria.

Il 22 luglio u.s. sono state pubblicate le indicazioni operative per la chiamata diretta (qui la nostra Guida) e la nota  relativa alle date di presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria.

Le due operazioni, chiamata diretta e assegnazione provvisoria, si svolgeranno secondo una tempistica tale che:

i docenti di scuola  dell'infanzia e primaria presenteranno le domande di assegnazione provvisoria al "buio", cioè senza conoscere la scuola e il comune in cui riceveranno l'incarico da parte del dirigente scolastico;

i docenti di scuola secondaria di secondo grado conosceranno scuola e comune di assegnazione dell'incarico triennale appena due giorni prima della scadenza di presentazione di detta domanda.

Soltanto i docenti di scuola secondaria di I grado presenteranno la domanda di assegnazione provvisoria conoscendo già gli esiti della chiamata diretta, com'è giusto che sia.

Ricordiamo che la chiamata diretta, per il prossimo anno, riguarderà i docenti assunti entro l'anno scolastico 2014/15 (fasi B1 e B2 della mobilità 2016/17), che abbiano ottenuto il trasferimento interprovinciale dal secondo ambito in poi, e i neo assunti che partecipano ai movimenti delle fasi B (B3), C e D della mobilità 2016/17.

Qual è la tempistica delle due suddette operazioni ?

Scuola dell'infanzia e Primaria

Chiamata diretta: dal 29 luglio pubblicazione degli avvisi da parte delle scuola; dal 29 luglio al 4 agosto inserimento curriculum docenti; entro il 18 agosto individuazione dei docenti.

Domande di assegnazione provvisoria:  28 luglio – 12 agosto.

Scuola secondaria di I grado

Chiamata diretta: dal 6 agosto pubblicazione avvisi scuole; dal 6 al 9 agosto inserimento curriculum; entro il 18 agosto individuazione docenti.

Domande di assegnazione provvisoria: 18 agosto – 28  agosto.

Scuola secondaria di II grado

Chiamata diretta: dal 18 agosto avviso scuole; dal 16 al 19 agosto inserimento curriculum; entro il 26 agosto individuazione docenti.

Domande di assegnazione provvisoria: 18 agosto – 28  agosto.

Incrociando i dati, risulta che:

i docenti di scuola dell'infanzia e primaria, conosceranno gli esiti della chiamata diretta entro il 18 agosto, mentre potranno presentare la domanda di assegnazione provvisoria dal 28 luglio al 12 agosto, quindi senza conoscere la scuola/comune in cui saranno chiamati per l'incarico triennale.

I docenti di scuola secondaria di II grado conosceranno gli esiti della chiamata diretta entro il 26 agosto, mentre potranno presentare la domanda di assegnazione provvisoria dal 18 al 28 agosto, per cui conosceranno la scuola/comune, in cui saranno chiamati per l'incarico triennale, due giorni prima della scadenza della presentazione delle domande di assegnazione provvisoria.

Soltanto i docenti di scuola secondaria di primo grado, come suddetto, potranno presentare la domanda di assegnazione conoscendo già la scuola di servizio: chiamata entro il 18 agosto– presentazione domande assegnazione 18-28 agosto.

I docenti di scuola dell'infanzia e primaria, dunque, sono quelli maggiormente penalizzati; non tanto migliore risulta essere la situazione dei docenti di scuola secondaria di II grado, che avranno sì due giorni di tempo per presentare domanda di assegnazione provvisoria con cognizione di causa ma, considerati i noti malfunzionamenti del portale Istanze Online ogni qualvolta si verificano numerosi accessi contemporaneamente, saranno costretti a presentare la domanda col "patema d'animo".

Si potrebbe obiettare che le date di individuazione recitano "entro il 18" per la scuola dell'infanzia e primaria ed "entro il 26 agosto" per la scuola secondaria di II grado, tuttavia, considerati gli adempimenti dei dirigenti scolastici (emanazione avvisi, esame del curriculum, eventuale colloquio, proposta d'incarico) e il periodo (in piena estate) in cui si svolgerà la procedura, appare inverosimile che il tutto si concluda prima delle date indicate, si rischia piuttosto di andare oltre le medesime.

Dopo le sopra indicate date, inoltre, saranno attribuite le sedi a quei docenti che non avranno ricevuto alcuna proposta d'incarico e saranno assegnati alle scuole dall'USR di competenza.

In genere, le assegnazioni provvisorie si sono svolte dopo che i docenti conoscevano la sede di titolarità, com'è giusto che sia, tuttavia la situazione di quest'anno è straordinaria per tutte le novità e le farraginosità che le accompagnano, per cui il Ministero dovrebbe trovare la soluzione più adeguata ad evitare situazioni paradossali: ad esempio potrebbe succedere che un docente di scuola primaria ottenga l'assegnazione provvisoria in un comune più lontano di quello in cui ha ottenuto l'incarico triennale da parte del dirigente scolastico.

In realtà, il Miur sembra essere cosciente della problematica come dimostra quanto indicato nella suddetta nota sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, in cui si afferma che le operazioni devono essere avviate dopo l'assegnazione della sede di servizio ai titolari di ambito, tuttavia la presentazione delle domande avvera' nei tempi sopra descritti.

L'indicazione, fornita nella suddetta nota, sembra aprire la strada ad una soluzione, che eviterebbe situazioni paradossali come quella riportata nell'esempio. Quale sarebbe tale soluzione? Quella di dare la possibilità ai docenti, che hanno ottenuto l'incarico da parte del DS in una scuola gradita, di ritirare la domanda di assegnazione già presentata. Si tratterebbe di una soluzione di buon senso, che potrebbe rimediare alle tante storture che caratterizzeranno l'avvio del prossimo anno scolastico.

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni, date ufficiali e indicazioni presentazione domande su Istanze on line, precisazioni per scambio sede

Chiamata diretta, linee guida: chi riguarda? Cosa fanno le scuole, cosa i docenti. Dal curriculum al colloquio, la nostra guida

Tutto sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie

Tutto sulla chiamata diretta

Versione stampabile
anief
soloformazione