Assegnazioni provvisorie: domande a luglio, risposta entro il 31 agosto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il contratto per le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale docente, Ata ed educativo per l’a.s. 2017/18 è stato sottoscritto ieri.

Pubblicheremo ogni giorno delle guide alla lettura del contratto, per capire requisiti, vincoli e limiti imposti dal nuovo testo, fermo restando che è stato eliminato il blocco triennale nella provincia di assunzione in ruolo.

Per le assegnazioni provvisorie valgono – e quindi il testo è già completo – stabilite nel contratto nazionale, che ha eliminato la possibilità di contratti integrativi regionali. Questo significa che non potranno esserci, come lo scorso anno, assegnazioni di docenti di ruolo non specializzati su posti di sostegno. Assegnazioni provvisorie: eliminati i contratti regionali, posti di sostegno solo a personale specializzato

La tempistica. In questi giorni il contratto sarà registrato, subito dopo – anche in assenza del testo definitivo – si darà il via libera alla presentazione delle domande su Istanze on line. Dunque da fine giugno – inizi luglio saranno dati alcuni giorni per la compilazione e l’invio della domanda.

La tempistica potrebbe essere diversa per ordine di scuola, considerato che i trasferimenti di infanzia e primaria sono già stati comunicati, quelli della secondaria di I grado saranno pubblicati il 4 luglio mentre per la secondaria di II grado si dovrà attendere il 20 luglio.

Il Ministero assicura che quest’anno si eviterà il pastrocchio dello scorso anno, quando le assegnazioni si conclusero ad anno scolastico iniziato.

Le operazioni dovranno essere concluse entro il 31 agosto, in modo che il 1° settembre i docenti di ruolo siano in cattedra per garantire un buon avvio dell’anno scolastico.

Assegnazioni provvisorie 2017/18. Firmato il Contratto (ecco il testo da scaricare): niente vincolo triennale e movimenti su scuola. Scheda Uil

Versione stampabile
anief anief
soloformazione