Assegnazioni provvisorie docenti soliti ritardi, corsa contro il tempo entro il 31 agosto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Assegnazioni provvisorie interprovinciali docenti a.s. 2019/20: a fronte di un lavoro immane svolto da numerosi Uffici Scolastici, alcuni stanno accumulando ritardi che si ripercuotono sui docenti. 

L’articolo 9, comma 6, del CCNI 2019/22 utilizzazioni e assegnazioni provvisorie dispone:

“Tutte le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria devono improrogabilmente essere effettuate entro il 31 agosto dell’anno scolastico di riferimento nel triennio di vigenza del presente contratto.”

Spetta agli  Uffici scolastici provinciali pubblicare i bollettini con tutti i movimenti (utilizzazioni e assegnazioni provvisorie) predisposti.

Gli interessati riceveranno una mail all’indirizzo di posta elettronica indicato su Istanze Online e potranno visualizzare l’esito sul predetto portale, accedendo a: “Altri servizi” -> “Mobilità in organico di fatto – personale docente”.

Se in linea generale è stato fatto uno sforzo da parte degli Uffici Scolastici per pubblicare in tempo, altri sono ancora in ritardo e  – come logico – i docenti interessati cominciano a temere.

In apprensione in particolare i docenti di alcune province della regione Sicilia, titolari di una cattedra in una provincia del centro nord, in attesa di assegnazione provvisoria interprovinciale.

Ancora oggi e domani sarà possibile pubblicare le sedi assegnate.

Docenti assunti in ruolo in anni precedenti che entro il 31 agosto otterranno assegnazione/utilizzazione

Per i docenti assunti entro il 1/9/2018 aventi diritto all’assegnazione/utilizzazione le cui operazioni si concluderanno entro il 31/8/2019, la presa di servizio il 2/9 avverrà direttamente nella nuova scuola assegnata con dette operazioni.
Nel caso di completamento (ore divise in due o più scuole) è sufficiente assumere servizio nella scuola che ha il maggior numero di ore (o che gestisce la titolarità).

Docenti assunti in ruolo in anni precedenti che entro il 31 agosto non otterranno assegnazione/utilizzazione

Per i docenti assunti entro il 1/9/2018 aventi diritto all’assegnazione/utilizzazione le cui operazioni non si concluderanno entro il 31/8, la presa di servizio il 2/9 avverrà nella scuola di titolarità ovvero nella scuola di nuova titolarità ottenuta con la mobilità per l’a.s. 2019/2020 in attesa dell’esito della domanda di assegnazione/utilizzo.

Nota bene:
• Eventuali docenti in esubero o comunque senza sede a qualunque titolo e in attesa di una sede, assumeranno servizio nella sede assegnata in provincia nel 2019/20.
Se la sede loro assegnata era però in altra provincia (per esempio docente classe di concorso in esubero che ha ottenuto per il 2018/19 utilizzazione interprovinciale), la presa di servizio potrà essere effettuata in una qualsiasi scuola della provincia di titolarità (su questo aspetto è però bene confrontarsi con l’ATP di competenza).

Inizio anno scolastico, 2 settembre 2019: chi deve prendere servizio

Versione stampabile
anief banner
soloformazione