Assegnazioni provvisorie docenti 2022, ordine operazioni. Prima per posto/classe di concorso di titolarità

WhatsApp
Telegram

I docenti interessati sono alle prese con la presentazione delle domande di assegnazione provvisoria. Come verranno disposte? Secondo quale ordine?

Domande

Le domande di assegnazione provvisoria e utilizzazione si possono presentare dal 20 giugno al 4 luglio 2022, tramite Istanze Online, cui accedere con le credenziali SPID. Qui le nostre guide

Tutti i docenti di ruolo in possesso dei previsti requisiti possono presentare domanda, compresi gli immessi in ruolo nell’a.s. 2020/21 e nell’a.s. 2021/22, in deroga a quanto previsto dall’articolo 399, comma 3, del D.lgs. 297/94, come modificato dal DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019. Ciò in virtù della proroga del CCNI 2019/22, in seguito all’intesa tra MI e sindacati, nelle more della scrittura del nuovo CCNI che dovrà adeguarsi e, possibilmente, armonizzare il mutato quadro normativo in tema di assegnazioni provvisorie e utilizzazioni.

Non possono presentare istanza soltanto i docenti assunti giuridicamente dall’a.s. 2022/23 e i docenti assunti da GPS prima fascia, tramite la procedura straordinaria prevista dall’art. 59/4 del DL n. 73/2021, convertito in legge n. 106/2021.

Leggi qui per requisiti, richiesta posto/classe di concorso, preferenze e precedenze

Graduatorie

Gli aspiranti, che presentano domanda, sono graduati in base ai punteggi previsti dalla tabella di valutazione (allegato 3 al CCNI 2019/22) e riguardanti le sole esigenze di famiglia. Ai fini del movimento, oltre al punteggio, sono decisive le precedenze previste dall’art. 8 del CCNI 2019/22: il docente che usufruisce di una delle previste precedenze, infatti, ottiene il provvedimento di assegnazione prima dei colleghi, a prescindere dal punteggio; a parità di precedenza prevale il maggior punteggio, mentre a parità di punteggio e precedenza prevale la maggiore anzianità anagrafica.

Come sono disposte le assegnazioni

Tenuto conto di punteggi e precedenze, le assegnazioni provvisorie sono disposte secondo le seguenti modalità:

  • l’assegnazione provvisoria nell’ambito dello stesso grado o classe di concorso o tipo di posto precede quella dei titolari tra gradi o classi di concorso o tipo di posto diversi;
  • l’assegnazione provvisoria in scuole del comune di ricongiungimento precede l’assegnazione per scuole di diverso comune, anche rispetto alle richieste di classi di concorso o posti di grado diversi da quello di appartenenza;
  • le preferenze territoriali espresse nell’apposita sezione del modulo domanda saranno progressivamente esaminate nell’ordine riportato per tutte le tipologie di posto o classe di concorso richiesti diversi da quello di appartenenza, sulla base della graduatoria redatta ai fini del ricongiungimento.

L’ordine delle operazioni di assegnazione (e anche di quelle di utilizzazione) è indicato nell’Allegato 1 “Sequenza operativa: Utilizzazioni, Assegnazioni provvisorie e assegnazioni di sede provvisoria – personale docente” al CCNI, in base al quale le operazioni di assegnazione si svolgono nell’ordine di seguito indicato (sono riportati i numeri indicanti l’ordine delle operazioni, quelli mancanti riguardano le operazioni di utilizzazione che, nell’ambito delle varie fasi, precedono le assegnazioni):

  • 7. assegnazione provvisoria su sostegno del docente titolare su posto di sostegno nella provincia [i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 8 del CCNI vengono trattati con priorità, nell’ordine previsto (esclusele lettere m ed r)];
  • 16. assegnazione provvisoria su sostegno del docente titolare su posto comune nella provincia (i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 8 del CCNI vengono trattati con priorità, nell’ordine previsto);
  • 33. assegnazione provvisoria nella provincia su posto comune (i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 8 del CCNI vengono trattati con priorità, nell’ordine previsto);
  • 36. assegnazione provvisoria su sostegno da altra provincia del docente titolare su posto di sostegno (i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 8 del CCNI vengono trattati con priorità, nell’ordine previsto);
  • 37. assegnazione provvisoria su sostegno da altra provincia del docente titolare su posto comune in possesso del prescritto titolo di specializzazione (i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 8 del CCNI vengono trattati con priorità, nell’ordine previsto);
  • 39. assegnazione provvisoria su posto comune dei docenti provenienti da altra provincia (i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 8 del CCNI vengono trattati con priorità, nell’ordine previsto)
  • 41. assegnazione provvisoria su sostegno dei docenti provenienti da altra provincia, senza di titolo di specializzazione, purché stiano per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno (i docenti beneficiari delle precedenze di cui al punto IV dell’articolo 8 lett. g), l) e m) vengono trattati con priorità nell’ordine previsto);
  • 42. assegnazione provvisoria dei docenti assunti con procedura ex DDG 85/2018 (i docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 8 del CCNI vengono trattati con priorità, nell’ordine previsto).

Dunque, vengono effettuate prima le operazioni provinciali su sostegno e poi posto comune e successivamente quelle interprovinciali prima sempre su sostegno e poi posto comune.

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni docenti 2022: guide compilazione domanda, modulistica, risposte ai quesiti. Con video guida completa [LO SPECIALE]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur