Assegnazioni provvisorie 2023 anche per i docenti in part time, quale cattedra possono chiedere [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

La mobilità annuale per il personale della scuola (docente, educativo ed ATA) è un’opportunità che consente a chi frequenta la scuola di prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella di titolarità, senza cambiare la propria sede di base. Esistono due tipi di mobilità annuale: l’utilizzazione e l’assegnazione provvisoria.

Dal 15 giugno al 5 luglio 2023, le domande di mobilità annuale possono essere presentate secondo le seguenti modalità: docenti a tempo indeterminato (di tutti i gradi) tramite Istanze OnLine; docenti a tempo determinato (art. 59), personale educativo e insegnanti di religione cattolica in forma cartacea.

Le procedure per il triennio 2019-2022, regolate dal Contratto Collettivo Nazionale Integrativo (CCNI) sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie firmato l’8 luglio 2020, sono state prorogate per l’anno scolastico 2023/2024 con significative novità. Le domande si aprono anche per gli assunti con procedura straordinaria articolo 59 e si supera il referente unico nell’assistenza Legge 104/92.

Essere in part-time limita l’assegnazione?

Roberta Vannini (Uil Scuola Rua) ha fornito ulteriori chiarimenti in merito durante l’ultimo episodio di Question Time, trasmesso sui canali social di Orizzonte Scuola. Vannini ha confermato che essere in part-time non limita l’assegnazione, definendolo un dato organizzativo, essenziale per garantire la corretta collocazione del personale e il rispetto dell’unitarietà dell’insegnamento.

L’articolo 17, comma 8 del CCNI così dispone:

8. Le assegnazioni provvisorie possono essere effettuate solo su posti la cui vacanza sia accertata per l’intero anno scolastico e, a richiesta, anche su posti part-time costituiti su più scuole. Per il personale part time l’assegnazione provvisoria, su specifica richiesta del personale interessato, può essere effettuata su spezzoni corrispondenti al proprio orario di servizio anche accorpando spezzoni diversi compatibili costituiti su più scuole. Coerentemente con i principi generali che regolano la costituzione dei posti orario esterni anche alla costituzione di posto A.T.A. su due scuole deve essere subordinata alla facile raggiungibilità delle sedi ed alla funzionale organizzazione della prestazione lavorativa del personale interessato in entrambe le istituzioni scolastiche.

I docenti in part-time, dunque, possono chiedere e ottenere l’assegnazione provvisoria disposta su spezzoni corrispondenti al proprio orario di servizio.

Qualora chiesto dagli interessati, l’assegnazione può essere disposta, anche nel caso di part-time, sommando spezzoni diversi compatibili, quindi anche su più scuole.

1:12:35 Il fatto di essere in part-time vincola in qualche modo l’assegnazione o è solo un dato organizzativo?

Chi può presentare domanda di assegnazione provvisoria

La richiesta di assegnazione provvisoria è vincolata a precise motivazioni e può essere indicata solo una provincia:

  • ricongiungimento ai figli o agli affidati di minore età con provvedimento giudiziario;
  • ricongiungimento al coniuge/parte dell’unione civile ovvero al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica; si può chiedere per ricongiungimento al convivente. Cosa allegare alla domanda
  • gravi esigenze di salute del richiedente, comprovate da idonea certificazione sanitaria; Chiarimenti
  • ricongiungimento al genitore.

Da evidenziare che non ci saranno vincoli, dunque, tutti gli insegnanti assunti in  ruolo potranno produrre domanda, a patto che siano soddisfatti i requisiti sopra indicati.

Ciò significa che anche i docenti che hanno ottenuto il trasferimento magari in una sede non gradita, potranno presentare la domanda di assegnazione provvisoria, anche esprimendo la scuola di attuale titolarità (a meno che il trasferimento sia stato ottenuto nel medesimo comune, quest’ultimo sia diviso in distretti sub comunali e l’interessato fruisca di una delle precedenze previste dal CCNI). Assegnazione provvisoria docenti 2023, quando si può chiedere nel comune di titolarità

Tutte le risposte dei sindacalisti alle domande dei lettori [IN AGGIORNAMENTO]

Assegnazioni provvisorie docenti [LO SPECIALE]: domanda fino al 5 luglio, con VIDEOTUTORIAL passo dopo passo. Punteggio e precedenze

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti 30-60 CFU, apertura straordinaria e full immersion nel mese di luglio. Contatta Eurosofia