Assegnazioni provvisorie 2018/19, probabile proroga del Contratto 2017/18 con modifiche. Ecco quali

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella giornata di  ieri, come già riferito, Miur e sindacati si sono incontrati in merito al prossimo CCNI sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.

Assegnazioni provvisorie su sostegno anche senza titolo, la risposta il 22 maggio

Il Contratto integrativo, sulla base del nuovo CCNL 2016-18, dovrebbe essere triennale, tuttavia le parti sembrano essere orientate verso una proroga del Contratto 2017/18 con alcune modifiche relative alle principali criticità evidenziate lo scorso anno.

Proroga CCNI 2017/18

La proroga del Contratto, scrive la Cisl,  è una scelta che si pone in analogia e continuità con quella fatta a suo tempo, quando si è stabilito di prorogare il contratto integrativo sulla mobilità dello scorso anno, attraverso un accordo ponte.

Modifiche

Le modifiche proposte dai sindacati, come riportato dalla Cisl, sono le seguenti (alcune le abbiamo riferite ieri nel sopra riportato articolo):

  • eliminare l’obbligo di convivenza con il genitore in caso di ricongiungimento
  • ricomprendere i parenti o affini conviventi tra le persone alle quali può essere chiesto il ricongiungimento
  • consentire la richiesta di assegnazione provvisoria nell’ambito della nuova provincia acquisita per trasferimento, al fine di ottenere una scuola del comune di ricongiungimento (l’anno scorso questa possibilità era consentita esclusivamente per coloro che avevano ottenuto il trasferimento beneficiando delle precedenze)
  • chiarire che è sufficiente l’indicazione tra le preferenze esprimibili di una scuola del comune prima di richiedere scuole di comuni diversi (precisazione contenuta in una FAQ inviata dal MIUR direttamente agli Uffici Periferici nel mese di agosto dello scorso anno, ma di cui solo alcuni di questi hanno tenuto conto)
  • consentire la possibilità di richiedere l’assegnazione provvisoria interprovinciale ai docenti privi di titolo di specializzazione sul sostegno, limitando comunque le operazioni ai soli posti in deroga concessi entro una determinata data
Versione stampabile
anief anief
soloformazione