Assegnazioni provvisorie, nodi da sciogliere: convivenza genitore, cattedra su sostegno senza specializzazione e date

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ieri primo incontro interlocutorio al Miur sul contratto per le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie dell’a.s. 2018/19. Ci sono ancora in sospeso alcune importanti questioni che riguardano i trasferimenti.

Contratto annuale o triennale?

Bisognerà innanzitutto decidere se  prorogare ancora per un anno il contratto già valido per l’a.s. 2017/18, oppure sottoscriverne già uno triennale (ferme restando le operazioni annuali).

L’articolo 7, comma 3, del CCNL prevede che la contrattazione integrativa sia triennale:

Il contratto collettivo integrativo ha durata triennale e si riferisce a tutte le materie indicate nelle specifiche sezioni …

Nella sezione scuola (articolo 22, comma 4), nella parte dedicata alla contrattazione integrativa a livello nazionale, leggiamo:

4. Sono oggetto di contrattazione integrativa:

a) a livello nazionale:

a2) criteri generali per le assegnazioni provvisorie ed utilizzazioni annuali del personale docente, educativo ed ATA;

Dalla lettura di questi articoli, è possibile che il prossimo Contratto Integrativo, fermo restando che i movimenti continuino ad essere annuali, sia triennale. Sarebbero, in pratica, le regole ad essere scritte ogni tre anni.

Convivenza coniuge

Rimane da discutere la necessità o meno della convivenza con il genitore.

Assegnazione cattedre di sostegno

Inoltre, in discussione anche la possibilità di poter concedere l’assegnazione provvisoria anche su sostegno senza titolo.

Così, le cattedre di sostegno, invece che essere assegnate a insegnanti precari senza titolo di specializzazione e spesso senza abilitazione, andrebbero ai docenti di ruolo, senza costi aggiuntivi per Stato. Infatti, la supplenza da attribuire non sarebbe quella sul sostegno al Sud, ma quella su posto comune al Nord.

Nodo date

Per quanto riguarda le date, la presentazione delle domande avverrà come sempre in estate, dopo la pubblicazione dei movimenti. I risultati dovranno essere diffusi entro il 31 agosto, per permettere a chi ne ha diritto di prendere servizio il 1° settembre.

Prossimo incontro

Tali argomenti che saranno affrontati nel prossimo incontro, previsto per il 9 maggio.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione