Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione provvisoria su sostegno senza titolo: docenti non la ottengono se numero posti da accantonare per i precari di GaE e GPS è pari o inferiore alle disponibilità

WhatsApp
Telegram

Il docente senza titolo di specializzazione può chiedere e ottenere l’assegnazione provvisoria interprovinciale su posto di sostegno. Ecco quando.

Premettiamo che le operazioni di assegnazione provvisoria e utilizzazione a.s. 2023/24 sono state ormai completate e diversi lettori – conosciuti gli esiti dei movimenti – ci chiedono informazioni sul mancato ottenimento del movimento richiesto. Numerosi i quesiti relativi all’assegnazione provvisoria su sostegno per i docenti senza titolo di specializzazione.

Assegnazione provvisoria su sostegno senza titolo

Chi

L’articolo 7 del prorogato CCNI 2019/22 prevede che i docenti senza titolo di specializzazione possano chiedere e ottenere l’assegnazione provvisoria interprovinciale su posto di sostegno, a condizione che:

  • stiano per concludere i percorsi di specializzazione sul sostegno oppure, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio (anche a tempo determinato) su posto di sostegno.

Condizioni

Quelli sopra riportati, dunque, sono i requisiti richiesti agli aspiranti per la presentazione della domanda tuttavia, affinché l’USP predisponga i movimenti in esame, deve dapprima accantonare un numero di posti pari ai docenti forniti di titolo di specializzazione inclusi nelle GAE/GPS nonché nelle graduatorie di istituto ivi comprese le fasce aggiuntive.

Dunque, le assegnazioni provvisorie interprovinciali su posto di sostegno dei docenti senza titolo sono possibili solo dopo aver effettuato l’accantonamento suddetto.

Ordine movimenti

Naturalmente, oltre a quanto detto sopra, i movimenti in esame sono disposti in subordine a quelli relativi al personale fornito di titolo di specializzazione. Non a caso, nella sequenza operativa indicante l’ordine delle operazioni, l’assegnazione provvisoria interprovinciale dei docenti privi di titolo di specializzazione è la penultima, contrassegnata dal numero 41 e seguita dall’assegnazione provvisoria dei docenti che, assunti nel 2022/23 da GPS sostegno I fascia e concorso straordinario bis, hanno potuto partecipare ai movimenti in seguito al superamento dell’anno di prova (da evidenziare che al riguardo è sorta una problematica riguardante le assegnazioni su sostegno, in particolare, per gli assunti da GPS sostegno).

Alla luce di quanto detto sopra, possiamo in definitiva affermare che:

  • i docenti senza titolo di specializzazione (che stiano per concludere il corso di specializzazione ovvero abbiano svolto un anno di servizio, anche a tempo determinato, su posto di sostegno) possono chiedere e ottenere l’assegnazione provvisoria interprovinciale su posto di sostegno;
  • l’assegnazione provvisoria suddetta è disposta in subordine alle operazioni relative ai docenti specializzati;
  • la succitata assegnazione provvisoria avviene solo dopo l’accantonamento di un numero di posti pari a quello dei docenti specializzati inclusi in GaE/GPS/GI;
  • nel caso in cui l’accantonamento suddetto riguardi tutte le disponibilità (accantonamento pari o inferiore al numero degli specializzati di GaE/GPS/GI), è possibile che le operazioni in esame non si svolgano ossia non venga effettuato nessun movimento di tale tipologia (almeno in alcune province). Così ad esempio in Sicilia, ove l’ATP di Agrigento scrive: Considerato che il numero dei posti residuati, al termine delle assegnazioni provvisorie interprovinciali dei docenti titolari su sostegno e dei docenti di posto comune in possesso del titolo di sostegno è inferiore ai posti da accantonare numericamente per i docenti con titolo di specializzazione su sostegno, aspiranti a rapporto di lavoro a tempo determinato, non si procederà  alle operazioni di assegnazione provvisoria interprovinciale dei docenti di posto comune senza titolo. 

Quesito

Così chiede una nostra lettrice:

Sono un’insegnante primaria di ruolo che lavora fuori regione. Anche quest’anno l’USP della mia provincia (Salerno) non mi ha concesso l’assegnazione perché i posti di sostegno sono riservati ai docenti precari con titolo, quindi non tocca a me che ho lavorato sul sostegno fuori regione per 10 anni, ma sono di ruolo sulla comune. Vorrei chiarimenti a riguardo. Grazie

Come detto sopra, l’assegnazione provvisoria interprovinciale su posto di sostegno dei docenti senza titolo di specializzazione è possibile, solo dopo aver accantonato un numero di posti pari a quello dei docenti specializzati inclusi in GaE/GPS/GI. La disposizione di riferimento è quella sopra citata, ossia l’articolo 7, comma 14, del prorogato CCNI 2019/22. Pertanto, l’USP ha operato correttamente, seguendo quelle che sono le disposizioni contrattuali vigenti.

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri