Assegnazione provvisoria su sostegno docenti di ruolo senza specializzazione: quando si può chiedere

WhatsApp
Telegram

L’assegnazione provvisoria oltre che per la classe di concorso  la tipologia di posto e il grado di istruzione di titolarità, può essere chiesta anche per un’altra classe di concorso, un altro grado di istruzione o una diversa tipologia di posto rispetto a quello di titolarità. La normativa prevede che tale richiesta può essere fatta solo se il docente è in possesso dei titoli e dell’abilitazione necessaria.

Assegnazione provvisoria su altra tipologia di posto

In relazione alla tipologia di posto il docente titolare sul sostegno può chiedere assegnazione provvisoria anche su posto comune e il docente titolare su posto comune può chiedere assegnazione provvisoria anche sul sostegno.
Tali richieste possono essere fatte in presenza di precisi requisiti.

Docente titolare sul sostegno che chiede posto comune

Il docente titolare sul sostegno può chiedere assegnazione provvisoria anche su posto comune (per il quale è in possesso del titolo necessario), soltanto se ha superato il vincolo di permanenza quinquennale sul sostegno. In caso contrario l’assegnazione provvisoria potrà essere chiesta soltanto sul sostegno

Docente titolare su posto comune che chiede sostegno

Il docente titolare su posto comune in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno può chiedere assegnazione provvisoria anche sul sostegno.
Nel caso di assegnazione provvisoria interprovinciale è possibile chiedere il movimento sul sostegno anche se si è privi dello specifico titolo di specializzazione. In questo caso, però, è indispensabile avere i requisiti indicati nel contratto.

Vediamo quali

Assegnazione provvisoria sul sostegno senza titolo

Se l’assegnazione provvisoria provinciale sul sostegno può essere chiesta solo dai docenti specializzati, la stessa cosa non vale sempre per l’assegnazione provvisoria interprovinciale.
Come chiarisce, infatti, l’art.7 comma 14 del CCNI sulla mobilità annuale, l’assegnazione provvisoria può essere chiesta per altra provincia per posti di sostegno anche dai docenti non in possesso di titolo di specializzazione, in presenza di una delle seguenti condizioni:
1- stanno per concludere i percorsi di specializzazione sul sostegno
2- hanno prestato almeno un anno di servizio, anche a tempo determinato, su posto di sostegno
La valutazione delle condizioni indicate viene fatta nell’ordine sopra riportato.

Precedenze valide

Per l’assegnazione provvisoria interprovinciale sul sostegno senza titolo, hanno priorità, in ogni caso, i beneficiari di una delle precedenze previste nell’art.8 punto IV lettera g), lettera l) e lettera m) del CCNI
Si tratta delle seguenti precedenze:
g) personale docente destinatario dell’art. 33, commi 5 e 7 della legge n. 104/92 che sia genitore, anche adottante o chi eserciti legale tutela, di soggetto con disabilità in situazione di gravità. Qualora entrambi i genitori siano impossibilitati a provvedere all’assistenza del figlio disabile grave perché totalmente inabili, viene riconosciuta la precedenza, alla stregua della scomparsa di entrambi i genitori, anche ad uno dei fratelli o delle sorelle, in grado di prestare assistenza, conviventi di soggetto disabile in situazione di gravità
l) ai sensi dell’art. 42 bis del D.lgs 151/01 lavoratrici madri e lavoratori padri anche adottivi o affidatari con prole. Ai sensi del D.lgs 80/15 sono presi in considerazione i figli che compiono i sei anni tra il 1° gennaio e il 31 dicembre dell’anno in cui si effettua il movimento. In caso di adozioni e di affidi, i sei anni si intendono dall’ingresso del minore in famiglia
m) lavoratrici madri e lavoratori padri anche adottivi o affidatari con prole di età superiore a sei anni e inferiore a dodici anni limitatamente alle assegnazioni provvisorie interprovinciali. Sono presi in considerazione i figli che compiono i dodici anni tra il 1° gennaio e il 31 dicembre dell’anno in cui si effettua il movimento. In caso di adozioni e di affidi, i dodici anni si intendono dall’ingresso del minore in famiglia

Movimento nella sequenza operativa

L’assegnazione provvisoria interprovinciale sul sostegno dei docenti privi del titolo di specializzazione, risulta il penultimo movimento nella sequenza operativa indicata nell’Allegato 1 del contratto e rientra, infatti, nell’operazione 41 “Operazioni su posto di sostegno di cui all’articolo 7, comma 14”:
41 – Assegnazione provvisoria dei docenti provenienti da altra provincia, sforniti di titolo di specializzazione, purché stiano per concludere il percorso di specializzazione sul sostegno o, in subordine, abbiano prestato almeno un anno di servizio – anche a tempo determinato – su posto di sostegno .
Il personale docente beneficiario delle precedenze di cui al punto IV dell’articolo 8 lett. g), l) e m) viene trattato con priorità nell’ordine previsto
L’assegnazione provvisoria sul sostegno dei docenti titolari su posto comune è, in ogni caso, disposta in subordine al personale fornito di titolo di specializzazione e solo dopo aver accantonato un numero di posti pari ai docenti forniti di titolo di sostegno presenti nelle GAE nonché nelle graduatorie di istituto ivi comprese le fasce aggiuntive.

Assegnazione provvisoria 2021, ancora negata ai docenti con vincolo quinquennale

Assegnazioni provvisorie docenti 2021: cosa si può chiedere nella domanda e cosa no

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”