Assegnazione provvisoria: senza requisiti non si può presentare domanda

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Il docente che non possiede uno dei requisiti indicati nel CCNI non può chiedere assegnazione provvisoria. Condizioni richieste e regole da rispettare

Un lettore ci scrive:

Sono un docente di scuola secondaria di secondo grado, sul sostegno da diversi anni. Vorrei fare domanda di AP per la mia classe di concorso, su cui è agganciato il sostegno, nello stesso comune di servizio e di residenza.  Ho sentito che si deve motivare la domanda, come ricongiungimento coniuge, ecc. Nel mio caso solo passare sulla disciplina.

a) è possibile fare la domanda?

b) in caso positivo, se ritornassi l’anno successivo sul sostegno, avrei nuovamente l’obbligo quinquennale?”

 Per presentare domanda di assegnazione provvisoria è indispensabile avere i requisiti necessari, come indicato nel contratto sulla mobilità annuale

Il desiderio di prestare servizio per un anno scolastico in altra tipologia di posto o in altra classe di concorso non è una motivazione valida che consente di chiedere assegnazione provvisoria

Requisiti necessari

I requisiti indispensabili sono quelli indicati nell’art.7 comma 1 e sarà possibile, quindi, presentare domanda di assegnazione provvisoria per una delle seguenti motivazioni:

  • ricongiungimento ai figli o agli affidati di minore età con provvedimento giudiziario
  • ricongiungimento al coniuge o alla parte dell’unione civile o al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica
  • gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da idonea certificazione sanitaria
  • ricongiungimento al genitore

Richiesta su posto comune per docente titolare sul sostegno

Il docente titolare sul sostegno potrà chiedere assegnazione provvisoria su posto comune  soltanto se ha superato il vincolo quinquennale di permanenza sul sostegno e chiaramente, se posside uno dei requisiti indicati

La richiesta sarà comunque aggiuntiva rispetto alla tipologia di posto di titolarità, che il docente è obbligato a chiedere prioritariamente.

Non è possibile, inoltre, chiedere AP nel comune di titolarità, fatta eccezione per i comuni  divisi in distretti sub-comunali, per i docenti beneficiari di una delle precedenze previste nell’art.8

In caso di esito favorevole dell’istanza, il docente che ottiene l’assegnazione provvisoria su posto comune, se l’anno successivo rientrerà nel posto di titolarità non dovrà rispettare un nuovo vincolo quinquennale sul sostegno.  Questo si verifica solo in seguito a trasferimento o passaggio su materia e successivo rientro, mediante mobilità, sul sostegno, ma nel caso in esame si tratta di assegnazione provvisoria, quindi di un movimento annuale che non determina modifiche nella titolarità del docente

Conclusioni

Il nostro lettore desidera chiedere assegnazione provvisoria per passare da sostegno a materia ma non ha i requisiti per il ricongiungimento familiare, quindi non potrà presentare domanda

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
ads ads