Assegnazione provvisoria, richiesta su altra tipologia di posto: è in subordine rispetto al posto di titolarità

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Si può chiedere assegnazione provvisoria anche per tipologia di posto diversa da quella di titolarità. La richiesta sarà valutata secondariamente

Una lettrice ci scrive:

“Sono una docente di sostegno che quest’anno termina il vincolo quinquennale, quindi per la prossima mobilità produrrò domanda di passaggio su materia. Qualora tale richiesta non dovesse essere soddisfatta, potrò fare domanda di assegnazione provvisoria sulla materia (visto che posso richiedere ricongiungimento per esigenze di famiglia)?”

L’assegnazione provvisoria è un movimento annuale che può essere chiesto dai docenti che possiedono i requisiti per il ricongiungimento familiare, come indicati nell’art.7 del CCNI 2018/19, ipotizzando una loro conferma anche per il prossimo anno, in quanto il relativo CCNI non è stato ancora predisposto

Assegnazione provvisoria per altra tipologia di posto

Il docente titolare sul sostegno che ha superato il vincolo quinquennale può chiedere assegnazione provvisoria anche su materia /posto comune, ma in subordine rispetto al sostegno dove è titolare.

Come chiarisce l’art.7 comma 6 del CCNI 2018/19, l’assegnazione provvisoria, oltre che per il posto o classe di concorso di titolarità, può essere richiesta anche per altre classi di concorso o posti di grado diverso di istruzione per i quali il docente possiede il titolo valido per la mobilità professionale, ovvero per altra tipologia di posto per il quale si possegga lo specifico titolo di specializzazione, fatto salvo il vincolo quinquennale di permanenza sul sostegno.

La richiesta di assegnazione provvisoria per altre classi di concorso o posti di grado diverso di istruzione o per altro tipo di posto è aggiuntiva rispetto a quella relativa al proprio posto o classe di concorso di titolarità.

L’assegnazione provvisoria nell’ambito dello stesso grado o classe di concorso o tipologia di posto precede, in ogni caso, quella dei titolari tra gradi diversi o classi di concorso o tipologie di posto, secondo l’ordine previsto dalla sequenza operativa indicata  nell’allegato 1 del CCNI

Conclusioni

Nel caso della nostra lettrice, se non otterrà il trasferimento su materia, avendo i requisiti necessari, dovrà chiedere assegnazione provvisoria prioritariamente sul sostegno e, come richiesta aggiuntiva, potrà chiedere assegnazione provvisoria anche su materia.

La sua domanda di AP su materia, in sintonia con quanto previsto nel CCNI del corrente anno scolastico, ipotizzando sempre una conferma per la mobilità annuale 2019/20, sarà valutata successivamente a quella dei docenti titolari su materia, anche se hanno un  punteggio inferiore

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
ads ads