Assegnazione provvisoria per neo-immesso in ruolo: quando è possibile

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

Un docente neo-immesso in ruolo può chiedere assegnazione provvisoria? Come incide la decorrenza giuridica dell’immissione in ruolo?

Una lettrice ci scrive:

“Entrerò molto probabilmente in ruolo l’anno 2019/2020 classe di concorso infanzia posto comune e dovrò svolgere l’anno di prova. Sono in possesso del titolo specializzazione sostegno primaria. Posso chiedere l’assegnazione provvisoria sul sostegno primaria?”

L’assegnazione provvisoria è un movimento annuale che può essere chiesto solo dai docenti con contratto a tempo indeterminato.

Non è possibile chiedere AP per lo stesso anno scolastico di decorrenza dell’immissione in ruolo

In base alle disposizioni stabilite annualmente nel CCNI sulla mobilità annuale, non è possibile chiedere assegnazione provvisoria per lo stesso anno scolastico di decorrenza dell’immissione in ruolo, come esplicitato nell’art.7 comma 4 del CCNI 2018/19, ipotizzando una conferma anche per il prossimo anno scolastico.

Nel succitato articolo si stabilisce, infatti, che possono chiedere AP i docenti, in possesso dei requisiti necessari,  assunti con decorrenza giuridica antecedente all’anno scolastico per il quale si effettuano le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria.

“ [….]Non sono consentite le assegnazioni provvisorie nei confronti di personale scolastico assunto a tempo indeterminato con decorrenza giuridica coincidente all’inizio dell’anno scolastico 2018/19 [….]”

Se la parte citata sarà confermata anche per il prossimo anno  il riferimento sarà chiaramente al 2019/20

Nel caso della nostra lettrice se la sua domanda riguarda il prossimo anno scolastico, vale a dire poter ottenere assegnazione provvisoria per il 2019/20, la risposta è sicuramente negativa in quanto non risulterà ancora immessa in ruolo al momento di presentazione della domanda poiché, come docente nominata in ruolo per il prossimo anno scolastico, la decorrenza del suo contratto a tempo indeterminato sarà l’1 settembre 2019.

In questo caso non potrà chiedere assegnazione provvisoria per nessun ordine o grado di istruzione, compreso quello di titolarità

AP per docente in anno di prova

Il docente che non ha ancora superato l’anno di prova potrà chiedere assegnazione provvisoria solo nell’ordine o grado di istruzione di titolarità. Questa disposizione è inserita nell’art.7 comma 7 del CCNI 2018/19 e anche per questa regola si ipotizza una conferma per il prossimo anno. Nell’articolo citato si stabilisce quanto segue:

“Non sono consentite assegnazioni provvisorie per grado di istruzione diverso da quello di appartenenza nei confronti del personale che non abbia ottenuto la conferma in ruolo per l’anno scolastico 2018/19”

Anche in questo caso, se la parte citata sarà confermata anche per il prossimo anno,  il riferimento sarà chiaramente al 2019/20

Nel caso della nostra lettrice se la sua domanda riguarda la possibilità di presentare domanda di AP il prossimo anno per il 2020/21, se al momento di presentazione della domanda risulterà ancora in anno di prova, come docente titolare nella scuola dell’Infanzia non potrà chiedere assegnazione provvisoria nella scuola Primaria, ma solo nell’ordine di istruzione di titolarità

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
ads ads