Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione provvisoria per grado di titolarità e per altro grado di istruzione: si compilano due domande distinte

La domanda di assegnazione provvisoria prevede un modulo per ogni grado di istruzione richiesto. Le domande sono distinte e specifiche

Una lettrice ci scrive:

Ho due domande sulle assegnazioni provvisorie, a cui spero potrà rispondere prima del 24 luglio.
Non sono soprannumeraria, non ho precedenze. Sono in ruolo e ho diritto di chiedere l’assegnazione provvisoria.
1)Dato che presenterò due domande, una per la secondaria di II grado (titolarità) e una per la secondaria di I grado (ho l’abilitazione), sono obbligata a mettere come preferenze le stesse identiche scuole/comuni/distretti, anche nell’ordine, nelle due domande, quindi fare proprio un copia incolla, per intendersi? Oppure posso escludere alcuni comuni, o esprimere i nomi di alcune scuole di II grado nella domanda del II grado e altre scuole di I grado nella domanda per il I grado? Ossia presentare due liste di preferenze di fatto non identiche?
2) Se accetto cattedre su “spezzoni” (non COE), sto accettando scuole ANCHE fuori dai comuni che avrò espresso? Io infatti non esprimerò l’intera provincia di ricongiungimento, nella lista delle 15 preferenze. Oppure questi spezzoni devono essermi assegnati solo se in scuole nei comuni che io ho richiesto nella lista delle preferenze?

Il docente che intende chiedere assegnazione provvisoria anche per altro grado di istruzione è obbligato a presentare domanda prioritariamente per il grado di titolarità.

Quali moduli si devono compilare

I moduli da compilare sono distinti, uno per ciascun  grado di istruzione richiesto e il docente dovrà accedere , nella piattaforma ministeriale Istanze Online, nella sezione “Mobilità in organico di fatto” per il grado di istruzione che si intende chiedere

Domande distinte con preferenze diverse

Le due domande sono distinte e autonome, per cui non dipendono fra loro per quanto riguarda le preferenze, cosa impossibile in quanto trattandosi di gradi diversi di istruzione saranno differenti anche le tipologie di scuole richieste.

La nostra lettrice, quindi, che intende presentare domanda sia nel I grado, dove è titolare,che nel II grado, per il quale ha titolo, potrà tranquillamente inserire nelle due domande due diverse liste di preferenze territoriali

Richiesta di spezzoni orario

La richiesta di assegnazione provvisoria su posti derivanti dalla somma di spezzoni purché compatibili con l’orario di servizio è una richiesta differente rispetto alla COE.

Nel caso di COE, si tratta di una cattedra orario esterna già costituta dall’USP, per cui il docente che ne fa richiesta sarà soddisfatto nella sede principale della cattedra, ma potrà completare il suo orario anche in una scuola non inserita nelle preferenze.

Nella richiesta di spezzoni orario da accorpare per costituire cattedra, si tratta di spezzoni non “combinati” precedentemente dall’USP e che il docente chiede vengano accorpati per costituire una cattedra completa da ottenere in assegnazione provvisoria. In questo caso gli spezzoni devono risultare disponibili in scuole richieste e, quindi, inserite nelle preferenze

Back to school. La scuola riparte in sicurezza. Eurosofia ha creato dei nuovi protocolli formativi per sostenere la ripresa delle attività didattiche