Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione provvisoria: obbligatoria preferenza sintetica nel comune di ricongiungimento se si chiedono altri comuni

Il docente che chiede assegnazione provvisoria anche in scuole di altri comuni deve obbligatoriamente chiedere prima il comune di ricongiungimento

Un lettore ci scrive:

Sono un docente di ruolo nella secondaria di II grado. Avrei una richiesta da fare in merito alla preferenza delle scuole nella domanda di assegnazione provvisoria per ricongiungimento al coniuge. Nel comune di ricongiungimento ci sono 4 scuole che potrei inserire, ma tra queste quattro c’è una scuola che vorrei evitare per una serie di ragioni. Posso inserire tra le 15 preferenze solo 15 scuole, inserendo ai primi tre posti le scuole del comune di ricongiungimento e nei restanti 12 posti, altre scuole di comuni limitrofi? Oppure sono obbligato ad inserire nelle 15 preferenze anche il comune di ricongiungimento? Come fare per evitare quella scuola in cui non vorrei proprio andarci ?”

Le preferenze esprimibili nella domanda di assegnazione provvisoria sono al massimo 20 per scuola dell’Infanzia e Primaria e al massimo 15 per scuola Secondaria I e II grado.

L’ordine con il quale devono essere inserite le preferenze deve rispettare precise regole, indicate nel CCNI.

Preferenze territoriali: prima  nel comune di ricongiungimento

Il docente che chiede l’assegnazione provvisoria per ricongiungimento familiare deve indicare come prima preferenza il comune di ricongiungimento o distretto sub-comunale oppure una o più istituzioni scolastiche comprese in esso.

Nel caso in cui nel comune di ricongiungimento non esistano scuole esprimibili è possibile indicare una scuola di un comune viciniore oppure una scuola con sede di organico in altro comune anche non viciniore che abbia una sede/plesso nel comune di ricongiungimento.

Come chiarisce l’art.7 comma 8, l’indicazione dell’intero comune (o distretto sub comunale) di ricongiungimento è obbligatoria, anche in caso di comuni ove vi sia una sola istituzione scolastica, ove si intenda esprimere preferenze (sia di singola scuola, sia sintetiche) per altro comune.

Preferenze per altri comuni

Il docente che chiede scuole ubicate in comuni diversi da quello di ricongiungimento è tenuto ad inserire prima la preferenza sintetica in questo comune, dopo eventuali preferenze analitiche per scuole in esso ubicate.

In caso di mancata indicazione del comune o distretto sub comunale di ricongiungimento la domanda non è annullata, ma l’ufficio si limiterà a prendere in considerazione soltanto le preferenze analitiche relative a specifiche scuole del comune di ricongiungimento e per la stessa classe di concorso o posto di titolarità.

Conclusioni

Il nostro lettore, quindi, se vuole che vengano prese in considerazione tutte le preferenze espresse nella domanda, dovrà inserire anche la preferenza sintetica nel comune di ricongiungimento, dopo le tre scuole chieste con preferenza analitica. Chiaramente in questo modo chiederà anche la quarta scuola presente nel comune che vorrebbe evitare.

Le scelte possibili sono due:

1- si limita a chiedere soltanto le tre scuole di suo interesse ubicate nel comune di ricongiungimento. In questo caso, non inserendo preferenze per altri comuni, non è obbligato a chiedere l’intero comune di ricongiungimento evitando il rischio di ottenere l’assegnazione provvisoria nella quarta scuola non gradita

2- rischia l’assegnazione provvisoria nella quarta scuola non gradita, ma ha la possibilità di chiedere anche altre scuole in altri comuni per un totale di 15 preferenze comprensive anche di quella sintetica nel comune di ricongiungimento

 

Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere