Assegnazione provvisoria: non si può richiedere senza i requisiti del ricongiungimento, nè può essere richiesta dai neoimmessi 2017/18

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Assegnazione provvisoria: non si può chiedere nel proprio comune di residenza senza requisiti per il ricongiungimento

Francesco – Ero titolare su COE nel comune dove ho la residenza e per questo ho presentato domanda di trasferimento, ottenendolo presso una scuola dove avrò 18 ore su COI in un comune diverso da quello di residenza. Chiedo se è possibile presentare domanda di assegnazione provvisoria sulla scuola di precedente titolarità (dove risiedo) avendo come unica motivazione appunto la residenza in quel comune (non sono sposato, non ho figli o genitori da assistere ecc…).

Grazie per una cortese risposta

Assegnazione provvisoria: non può essere chiesta dal docente neo-immesso in ruolo per il prossimo anno scolastico

Agnese – Dovrei essere chiamata in ruolo la prossima settimana per un posto vinto con concorso 2016.  Il posto che ho vinto si trova in altra regione rispetto alla scuola dove attualmente lavoro. Mi sarà possibile richiedere immediatamente un’assegnazione provvisoria o un’utilizzazione oppure, dato che termini per quelle procedure sono finiti prima delle chiamate in ruolo, dovrò aspettare il prossimo anno? Un caro saluto

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione