Assegnazione provvisoria e utilizzazione docenti 2021: le scuole del comune di ricongiungimento vanno inserite tutte obbligatoriamente?

Stampa

Mobilità annuale 2021/22, utilizzazione e assegnazione provvisoria: domande distinte, per motivi diversi. Movimento da posto a comune a sostegno nello stesso grado di istruzione di titolarità: conviene domanda di utilizzazione. 

Rispondiamo ad uno dei tanti quesiti giunti in redazione riguardante le istanze di assegnazione provvisoria e utilizzazione per l’a.s. 2021/22, ricordando dapprima sino a quando è possibile presentare le domande e secondo quali modalità.

Assegnazione provvisoria e utilizzazione

I docenti in possesso dei previsti requisiti possono presentare domanda di assegnazione provvisoria e utilizzazione, entro il prossimo 5 luglio, tramite Istanze Online, cui accedere con SPID e con le credenziali precedentemente rilasciate.

Il docente, che intende e può presentare domanda di assegnazione provvisoria e utilizzazione, deve procedere alla compilazione di due istanze distinte e separate.

L’assegnazione provvisoria può essere chiesta per uno dei seguenti motivi:

  • ricongiungimento ai figli o agli affidati di minore età con provvedimento giudiziario
  • ricongiungimento al coniuge o alla parte dell’unione civile o al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica
  • gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da idonea certificazione sanitaria
  • ricongiungimento al genitore

Quanto ai docenti che possono chiedere l’utilizzazione leggi “Utilizzazioni docenti 2021: chi può presentare domanda? Requisiti necessari” della prof.ssa G. Onnis

Quesito

Questo il quesito citato all’inizio:

Gentilissimi, sono una docente infanzia titolare su posto comune e in possesso del titolo di specializzazione sul sostegno. Vorrei fare domanda di utilizzazione e di assegnazione provvisoria provinciale nel mio comune di residenza. Vorrei sapere se sono obbligata ad inserire nelle preferenze tutte le scuole del mio comune di residenza oppure posso inserire solo alcune scuole

Come detto sopra, si tratta di due domande distinte, per cui vediamo cosa deve fare la nostra lettrice nella domanda di assegnazione provvisoria e cosa in quella di utilizzazione, posto che la stessa presenti l’istanza di assegnazione per posto comune e quella di utilizzazione per posto di sostegno. Vero è che potrebbe chiedere il posto di sostegno nella domanda di assegnazione provvisoria, ma è altrettanto vero che è conveniente, nel caso specifico, presentare la domanda utilizzazione, in quanto tale movimento viene disposto prima, come si evince dall’Allegato 1 al CCNI “Sequenza operativa: Utilizzazioni, Assegnazioni provvisorie e assegnazioni di sede
provvisoria – personale docente”: 

  • punto 13 – Utilizzazione su sostegno a domanda dei  docenti dell’art. 2 comma 1 lettera e) ed f) titolari su posto comune (la nostra lettrice rientra nella lettera f), come di seguito specificato);
  • punto 16 – Assegnazione provvisoria su sostegno del docente titolare di posto comune nella provincia.

Assegnazione provvisoria

Nelle domande di assegnazione provvisoria per ricongiungimento ai genitori, al coniuge, alla parte dell’unione civile, al convivente e/o ai figli, il docente:

  • deve indicare come prima preferenza il comune di ricongiungimento o distretto sub-comunale oppure una o più scuole comprese in esso;
  • è obbligato ad indicare il comune di ricongiungimento, anche in caso di comuni in cui sia presenta una sola scuola, qualora intenda esprimere preferenze (sia di singola scuola che sintetiche) per altro comune. 

Da quanto detto sopra è chiaro che non vige l’obbligo di indicare tutte le scuole del comune di ricongiungimento; l’obbligo, invece, riguarda l’indicazione del comune di ricongiungimento nel caso si intendano esprimere preferenze per altri comuni (ma non sembra che la nostra lettrice voglia fare ciò).

Utilizzazione

La nostra lettrice, come dice la stessa, può presentare domanda di utilizzazione provinciale per il sostegno, in quanto rientra nel caso indicato dall’articolo 2, comma 1, lettera f) del CCNI:

f) i docenti titolari su insegnamento curriculare in possesso del titolo di specializzazione di sostegno o ad indirizzo didattico differenziato possono chiedere di essere utilizzati rispettivamente  su sostegno o su scuole ad indirizzo didattico differenziato, nell’ambito dello stesso grado di istruzione … 

In tal caso, non trattandosi di assegnazione provvisoria richiesta per ricongiungimento, la nostra lettrice non ha alcun obbligo riguardo alle preferenze (vedi sopra comune di ricongiungimento, sebbene non sembri essere il caso della stessa lettrice). Pertanto può indicare liberamente le preferenze che più gradisce.

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni docenti 2021: chi può presentare domanda, preferenze e punteggio [GUIDE]

Stampa

Eurosofia: TFA SOSTEGNO VI CICLO, cosa studiare? Oggi alle 16.00 ne parliamo con gli esperti