Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione provvisoria e ricongiungimento: si chiede nel comune di residenza del familiare

Stampa

L’assegnazione provvisoria per ricongiungimento familiare si chiede nel comune di residenza del familiare. Il docente può avere residenza in altro comune

Una lettrice ci scrive:

“Insegno da qualche anno in un comune X di una regione del centro Italia e ho la residenza in un comune limitrofo a quello in cui lavoro, tuttavia ho intenzione di partecipare alla prossima mobilità per richiedere il trasferimento interprovinciale nel comune Y della mia regione di origine e se non dovessi ottenerlo vorrei richiedere assegnazione provvisoria per ricongiungermi ai miei genitori. Vi chiedo: è necessario che io abbia la residenza nel comune Y per fare domanda di assegnazione? E se si, quanto tempo prima dovrei avere questo requisito rispetto alla data di presentazione della domanda?”

Le regole per la mobilità annuale del prossimo anno scolastico devono ancora essere stabilite in quanto la contrattazione è annuale e per avere notizie certe è necessario aspettare il prossimo CCNI.

Assegnazione provvisoria: quali requisiti?

Uno dei requisiti principali per chiedere assegnazione provvisoria è sempre stato il ricongiungimento familiare, come indicato  dettagliatamente nell’art.7 comma 1 del CCNI 2018/19 dove, ipotizzando una conferma per il prossimo anno scolastico, si esplicitano i seguenti motivi:

  • ricongiungimento ai figli o agli affidati di minore età con provvedimento giudiziario
  • ricongiungimento al coniuge o alla parte dell’unione civile o al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica
  • gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da idonea certificazione sanitaria
  • ricongiungimento al genitore

Ricongiungimento: in quale comune?

Il ricongiungimento familiare si chiede nel comune di residenza del familiare a prescindere dal comune in cui risiede il docente che presenta domanda di assegnazione provvisoria.

La residenza del docente può essere, quindi, anche in comune diverso rispetto a quello del familiare verso il quale chiede ricongiungimento.

Nel caso della nostra lettrice, che intende chiedere ricongiungimento ai genitori che risiedono nel comune Y, può presentare domanda, anche se la sua residenza non è nello stesso comune

Residenza nel comune: quale decorrenza temporale?

Per chiedere assegnazione provvisoria per ricongiungimento familiare nel comune Y è indispensabile che la residenza del familiare verso il quale si chiede ricongiungimento abbia, nel comune richiesto, una decorrenza anteriore di almeno tre mesi rispetto al termine ultimo per la presentazione della domanda di assegnazione provvisoria.

Se la decorrenza della residenza nel comune risulta più recente non sussistono i requisiti per chiedere ricongiungimento in quel  comune

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia