Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione provvisoria, come si indicano le preferenze. Prima le scuole o il comune?

Nella domanda di assegnazione provvisoria si devono seguire precise regole per inserire le preferenze. Un errore potrebbe determinare l’annullamento della domanda

Un lettore ci scrive:

Vorrei sapere se, nell’indicare le preferenze per l’assegnazione provvisoria, conviene indicare prima le scuole e poi il comune, o viceversa

L’assegnazione provvisoria  può essere chiesta dai docenti in possesso dei requisiti esplicitati nell’art.7 comma 1 del CCNI sulla mobilità annuale, come di seguito indicato:

L’assegnazione provvisoria può essere richiesta dai docenti di ogni ordine e grado, purché ricorra uno dei seguenti motivi:

– ricongiungimento ai figli o agli affidati di minore età con provvedimento giudiziario;

– ricongiungimento al coniuge o alla parte dell’unione civile o al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica;

– gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da idonea certificazione sanitaria;

– ricongiungimento al genitore

Assegnazione provvisoria per ricongiungimento familiare, come esprimere le preferenze

Il docente che chiede assegnazione provvisoria per ricongiungimento familiare deve rispettare le regole indicate nel contratto per l’inserimento delle preferenze. Un errore in tal senso potrebbe determinare l’annullamento della domanda o la non validità di alcune preferenze inserite

Come chiarisce bene il comma 8 del succitato articolo 7, il docente che chiede assegnazione provvisoria per ricongiungimento ai genitori, al coniuge, alla parte dell’unione civile, al convivente e/o ai figli dovrà indicare come prima preferenza il comune di ricongiungimento o distretto sub-comunale oppure una o più istituzioni scolastiche comprese in esso.

Nel caso in cui nel comune di ricongiungimento non esistano scuole esprimibili è possibile indicare una scuola di un comune viciniore ovvero una scuola con sede di organico in altro comune anche non viciniore che abbia una sede/plesso nel comune di ricongiungimento.

L’indicazione dell’intero comune (o distretto sub comunale) di ricongiungimento è obbligatoria, anche in caso di comuni ove vi sia una sola istituzione scolastica, ove si intenda esprimere preferenze (sia di singola scuola, sia sintetiche) per altro comune.

In caso di mancata indicazione del comune o distretto sub comunale di ricongiungimento la domanda non è annullata, ma l’ufficio si limiterà a prendere in considerazione soltanto le preferenze analitiche relative a specifiche scuole del comune di ricongiungimento e per la stessa classe di concorso o posto di titolarità.

L’ordine con il quale devono essere inserite le preferenze è, quindi, chiaro, prima preferenze nel comune di ricongiungimento e dopo preferenze per altri comuni

Preferenza analitica e sintetica , con quale ordine si inseriscono

Il docente che, come il nostro lettore,  intende chiedere specifiche scuole del comune di ricongiungimento e vuole chiedere anche l’intero comune, dovrà seguire un preciso ordine nell’inserire queste preferenze  affinché possano essere valutate secondo le priorità del docente.

In questo caso si devono prima inserire le preferenze analitiche, quindi le singole scuole che si vogliono chiedere prioritariamente, e solo dopo si inserisce la preferenza sintetica nel comune con la quale si chiedono tutte le scuole presenti, comprese quelle chieste analiticamente, ma senza alcun ordine di priorità

Dopo aver inserito preferenza sintetica sul comune di ricongiungimento sarà possibile, volendo, inserire preferenze per altri comuni rispettando sempre la regola dell’ordine indicato sopra tra analitiche e sintetica per ogni comune che si intende chiedere

Quando si annulla la domanda o si invalidano le preferenze espresse

Il docente che non inserisce come prime preferenze scuole ubicate nel comune di ricongiungimento o nel comune viciniore o direttamente il comune non potrà partecipare all’assegnazione provvisoria in quanto la sua domanda non sarà presa in considerazione poiché l’errore commesso ne determinerà l’annullamento da parte dell’Ufficio Scolastico Provinciale

Il docente che esprime anche preferenze per altri comuni senza aver prima inserito la preferenza sintetica nel comune di ricongiungimento, non potrà essere soddisfatto su una di queste , in quanto non saranno considerate valide e, pertanto non potranno essere prese in considerazione. In questo caso la sua domanda sarà valutata solo per le preferenze analitiche relative a specifiche scuole del comune di ricongiungimento e per la stessa classe di concorso o posto di titolarità

Assegnazioni provvisorie, domande dal 13 luglio. Ecco come fare: GUIDA PER IMMAGINI

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia