Assegnazione provvisoria e preferenza anche per COE: con quali criteri si assegnano le cattedre

di Giovanna Onnis

item-thumbnail

I criteri utilizzati per l’assegnazione delle cattedre, COI oppure COE, sono stabiliti nel contratto. Nell’assegnazione provvisoria l’attribuzione di una COE è condizionata dalla richiesta del docente

Una lettrice ci scrive:

Sono una docente della secondaria di 2 grado, vorrei sapere se nel criterio di assegnazione delle cattedre, (e mi riferisco alle Assegnazioni provvisorie), le COI precedono le COE. Nella domanda di assegnazione provvisoria la scuola che ho scelto come 3 preferenza presentava una cattedra di 11 h alla quale poi è stata accorpata una cattedra di 7 h in un’altra scuola; e mi è stata assegnata cosi questa COE, senza ulteriore scorrimento tra le altre preferenze da me indicate, tra cui l’intero comune dove invece esistevano diverse COI. Posso fare reclamo?

Nella domanda di assegnazione provvisoria è stato possibile scegliere la tipologia di cattedra selezionando, nella sezione specifica “Tipo di posto”, la casella A “Cattedre tra scuole dello stesso comune”  oppure la casella B “Cattedre tra scuole dello stesso comune e cattedre tra scuole di comuni diversi”

Per coloro che non hanno selezionato alcuna casella la richiesta riguarda solo cattedre interne (COI)

Tipologia di cattedra richiesta e valutazione domanda

Richiesta solo per COI

Il docente che chiede solo COI, potrà essere soddisfatto soltanto se in una delle preferenze richieste risulta disponibile una cattedra interna.

Se, quindi, in una delle scuole richieste risulta disponibile una COE, questa non potrà essere assegnata al docente

Richiesta anche per COE

Per il docente che chiede anche cattedre esterne, per ogni scuola richiesta analiticamente sarà valutata prima la disponibilità per COI e dopo per COE.  Se non risulta disponibile nessuna delle due tipologie di cattedre si passa alla valutazione della seconda preferenza analitica. Il docente, quindi, potrà avere l’assegnazione su una COE nella prima scuola, anche se nella seconda preferenza risulta disponibile una COI

In caso di preferenza sintetica si valuta, invece, prima la disponibilità per COI in tutte le scuole comprese nella singola preferenza sintetica e solo in assenza di queste si valuta la disponibilità per COE sempre per tutte le scuole secondo l’ordine con il quale sono inserite nel Bollettino Ufficiale pubblicato dall’USP.

Nel dettaglio le regole, come chiarite nell’art.11 comma 6 del CCNI  sulla mobilità, sono le seguenti:

1) in caso di preferenza puntuale (singola scuola o istituto) sono esaminate in stretto ordine sequenziale:

a) le cattedre interne alle scuole

b) le cattedre orario esterne stesso comune

c) le cattedre orario esterne tra comuni diversi

2) in caso di preferenza sintetica (comune, distretto,  provincia) sono esaminate in stretto ordine sequenziale:

a) le cattedre interne per ciascuna scuola o istituto compreso nella singola preferenza sintetica, secondo l’ordine del bollettino

b) le cattedre orario esterne con completamento all’interno del comune per ciascuna scuola o istituto, secondo l’ordine del bollettino

c) le cattedre orario esterne con completamento anche tra comuni diversi, secondo l’ordine del bollettino

Conclusioni

Nel caso indicato dalla nostra lettrice, l’assegnazione della COE  11+7 nella terza scuola inserita nelle preferenze è, quindi, corretta. Non vi sono pertanto gli elementi  e le motivazioni per fare un reclamo

Invia il tuo quesito a [email protected]

Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Versione stampabile
ads ads