Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione provvisoria dopo trasferimento: può fare domanda anche il docente con vincolo triennale, se possiede i requisiti

Il docente  trasferito nel 2019/20 può chiedere assegnazione provvisoria anche se è nel vincolo triennale nella scuola di titolarità.  

Un lettore ci scrive:

Sono titolare su posto sostegno primaria. Ho superato il vincolo quinquennale e lo scorso anno ho ottenuto trasferimento  con scelta sintetica.  Questo anno posso chiedere assegnazione provvisoria su posto comune nella scuola di titolarità pur avendo un vincolo di tre anni?

Il vincolo triennale si applica nella scuola di titolarità assegnata in seguito a mobilità volontaria.

Si tratta di una nuova disposizione, inserita nel CCNI 2019-2022, con validità triennale, la cui applicazione è iniziata con la mobilità 2019/20.

Il vincolo, però, non interessa tutti i docenti che hanno ottenuto il movimento volontario richiesto, ma soltanto coloro che sono stati soddisfatti in precise preferenze. Sono e saranno nel vincolo, infatti, i docenti soddisfatti su una preferenza analitica o sulla preferenza sintetica nel comune di titolarità, come chiarito nell’art.2  comma 2 del contratto:

Ai sensi  art. 22, comma 4,  lett. a1) del CCNL istruzione e ricerca del 19 aprile 2018 il docente che ottiene la titolarità su istituzione scolastica a seguito di domanda volontaria, sia territoriale che professionale, avendo espresso una richiesta puntuale di scuola, non potrà presentare domanda di mobilità per il triennio successivo. Nel caso di mobilità ottenuta su istituzione scolastica nel corso dei movimenti della I fase attraverso l’espressione del codice di distretto sub comunale, il docente non potrà presentare domanda di mobilità volontaria per i successivi tre anni. Tale vincolo opera all’interno dello stesso comune anche per i movimenti di II fase da posto comune a sostegno e viceversa, nonché per la mobilità professionale […]”

Nel caso del nostro lettore, sarà nel vincolo solo se la preferenza sintetica sulla quale è stato soddisfatto coincide con il comune di titolarità, altrimenti, come sembra più plausibile da ciò che dice, tale preferenza era  su un altro comune e questo non lo coinvolge nel vincolo triennale.

Assegnazione provvisoria dopo il trasferimento

È possibile chiedere assegnazione provvisoria dopo il trasferimento ottenuto a prescindere dal vincolo triennale, purché il docente sia in possesso dei requisiti necessari per presentare domanda.

Il docente titolare sul sostegno può chiedere anche posto comune, ma solo secondariamente come richiesta aggiuntiva in quanto ha prevalenza la tipologia di posto di titolarità.

In ogni caso non sarà possibile chiedere il movimento nella scuola di titolarità poiché non si può chiedere assegnazione provvisoria oltre che nella scuola anche nel comune di titolarità, come chiarito nell’art.7 comma 1:

“[…] L’assegnazione provvisoria non può essere richiesta all’interno del comune di titolarità, salvo nei casi di comuni con più distretti sub-comunali da coloro che si avvalgono di una delle precedenze secondo il successivo articolo 8 del presente contratto

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia