Assegnazione provvisoria e criteri distribuzione cattedre, nessuna precedenza nel trasferimento su scuola avuta nella mobilità annuale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Assegnazione provvisoria : quali criteri per l’assegnazione delle cattedre?

Angela – Ho presentato domanda di assegnazione provvisoria barrando la casella 28 della sez G2 (assegnazione  provvisoria su posti derivanti dalla somma di spezzoni purché compatibili con l’orario di servizio) e la casella 35 della sez I (cattedre tra scuole dello stesso comune e cattedre tra scuole di comuni diversi). Vi chiedo: se al primo posto delle mie preferenze c’è una scuola con uno spezzone che quindi completa con altre scuole ed invece all’ultimo posto c’è una scuola con cattedra completa, dove mi assegneranno? Più vicino su spezzoni o più  lontano su cattedra intera? E’ prioritario il mio ordine di scelta o l’assegnazione su cattedra intera? Vi ringrazio in anticipo.

Mobilità e precedenze per docente in assegnazione provvisoria: nessuna precedenza per il trasferimento nella scuola in cui presta servizio in AP

Maria – Vorrei sapere se un docente  ha precedenza, qualora chieda il trasferimento  o il passaggio di ruolo, indicando la stessa istituzione scolastica in cui ha svolto servizio con  assegnazione  provvisoria. Grazie!

 

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione