Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione provvisoria: chiarimenti sull’ordine delle preferenze

Nella domanda di assegnazione provvisoria, le preferenze devono essere inserite rispettando le regole previste nel CCNI.  Prima comune ricongiungimento e poi altri comuni

Una lettrice ci scrive:

Scrivo per delle delucidazioni in merito ad un errore durante la compilazione della domanda di assegnazione provvisoria: ho infatti inserito la scuola specifica nel comune di ricongiungimento invece dell’intero comune come prima scelta (anche se si tratta dell’unica scuola presente nel comune di ricongiungimento nel mio caso). Ciò mi pregiudica anche la possibilità di assegnazione provvisoria su due scuole qualora se ne verifichi l’eventualità, avendo inserito la spunta sulla disponibilità per una cattedra su più scuole?”

Il docente che chiede assegnazione provvisoria per ricongiungimento familiare deve esprimere le preferenze territoriali rispettando un preciso ordine come stabilito nel CCNI sulla mobilità annuale

Ordine delle preferenze

Il docente deve esprimere preferenza prioritariamente per il comune di ricongiungimento mediante preferenza analitica su singole scuole in esso ubicate o mediante preferenza sintetica nell’intero comune.

Coloro che intendono chiedere soltanto scuole ubicate nel comune di ricongiungimento possono esprimere solo preferenze analitiche per le scuole richieste e non sono obbligati a chiedere l’intero comune con preferenza sintetica

Coloro che, invece, intendono chiedere anche scuole ubicate in altri comuni, prima di inserire queste preferenze devono indicare la preferenza sintetica nel comune di ricongiungimento, dopo aver eventualmente inserito specifiche scuole del comune, richieste analiticamente

In questi caso il mancato inserimento della preferenza sintetica nel comune di ricongiungimento rende non valide le preferenze per altri comuni e la domanda sarà valutata solo per le scuole richieste nel comune di ricongiungimento

Riferimento normativo

Il riferimento normativo è l’art.7 comma 7  del CCNI dove viene chiaramente esplicitato quanto segue:

“[…] il docente che aspiri all’assegnazione provvisoria per ricongiungimento ai genitori, al coniuge, alla parte dell’unione civile, al convivente e/o ai figli dovrà indicare come prima preferenza il comune di ricongiungimento o distretto sub-comunale oppure una o più istituzioni scolastiche comprese in esso. Nel caso in cui nel comune di ricongiungimento non esistano scuole esprimibili è possibile indicare una scuola di un comune viciniore ovvero una scuola con sede di organico in altro comune anche non viciniore che abbia una sede/plesso nel comune di ricongiungimento.

L’indicazione dell’intero comune (o distretto sub comunale) di ricongiungimento è obbligatoria, anche in caso di comuni ove vi sia una sola istituzione scolastica, ove si intenda esprimere preferenze (sia di singola scuola, sia sintetiche) per altro comune.

In caso di mancata indicazione del comune o distretto sub comunale di ricongiungimento la domanda non è annullata, ma l’ufficio si limiterà a prendere in considerazione soltanto le preferenze analitiche relative a specifiche scuole del comune di ricongiungimento e per la stessa classe di concorso o posto di titolarità […]”

Conclusioni

Se la nostra lettrice oltre ad aver chiesto l’unica scuola presente nel comune di ricongiungimento mediante preferenza analitica, ha chiesto anche altre scuole di altri comuni senza inserire prima la preferenza sintetica nel comune di ricongiungimento, non potrà essere assegnato in una di queste ultime in quanto non potranno essere prese in considerazione a causa dell’errore commesso.

La sua domanda sarà comunque valida per la richiesta nell’unica scuola presente nel comune di ricongiungimento e se ha fatto richiesta anche per cattedre orario esterne, in presenza di disponibilità, potrà essere soddisfatta nella richiesta se risulterà la docente che ne ha maggior diritto in base a precedenze e punteggio

Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.
Per le istituzioni scolastiche. Consulenza specifica e risposta garantita. Gratuitamente [email protected]

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia