Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Assegnazione della sede di servizio in un Istituto con plessi in diversi comuni: a chi compete? quali criteri devono essere rispettati?

WhatsApp
Telegram

L’assegnazione della sede di servizio in un IIS o in un IC è prerogativa del Dirigente scolastico. Devono, però, essere tutelati i docenti con precedenza

Una lettrice ci scrive:

Può indicarmi per favore chi ha diritto di precedenza ad essere trasferito da un plesso ad un altro ubicato in un diverso comune dello stesso istituto, tra un docente con 104 per coniuge e un docente che ha già uno spezzone di 12 ore in quel plesso?

La nostra lettrice ci chiede informazioni sui criteri da adottare in un Istituto scolastico per l’assegnazione di uno dei plessi ad esso appartenenti

Non fornisce indicazioni sul grado di istruzione dell’Istituto che, comprendendo plessi ubicati anche in comuni diversi, potrebbe essere di due tipologie.

Si potrebbe trattare di un Istituto Comprensivo(IC) se comprende la scuola Secondaria di I grado, la scuola Primaria e la scuola dell’Infanzia

Potrebbe essere un Isitituto di Istruzione Superiore (IIS) se riguarda la scuola Secondaria II grado e
comprende diverse sedi e potrebbero essere inseriti diversi indirizzi di studio (Liceo, Istituto Tecnico, Istituto Professionale)

Movimento interno da un plesso ad un altro del medesimo Istituto

Un primo utile chiarimento che riteniamo doveroso fornire alla nostra lettrice è che lo spostamento da un plesso all’altro dello stesso Istituto non è un trasferimento in quanto il movimento è interno alla stessa scuola autonoma, anche se si realizza in un comune diverso, ma non comporta variazioni nella sede di titolarità del docente

Il trasferimento, invece, è un movimento tra diverse istituzioni scolastiche autonome, movimento che determina la modifica della sede di titolarità del docente interessato

IIS o IC sono istituti con un unico organico

Un IIS o un IC sono, quindi, Istituti che comprendono più plessi ubicati anche in comuni diversi rispetto alla sede principale che è la sede di organico.

Un IIS o un IC risultano identificati da un unico codice meccanografico e la titolarità dei docenti non è nel plesso in cui prestano servizio, ma nell’intero Istituto

Nella domanda di trasferimento, infatti, è possibile inserire nelle preferenze solo l’intero IIS o IC, senza la possibilità di escludere nessuna delle sedi appartenenti all’Istituto o di esprimere preferenze specifica per uno dei plessi. Con la preferenza in un IIS o in un IC si chiedono, quindi, tutti i plessi ad esso appartenenti, anche quelli ubicati in un
comune diverso dalla sede principale

Assegnazione della sede di servizio in un IIS o in un IC

L’assegnazione della sede di servizio all’interno di un IIS o di un IC, come stabilisce l’art.3 comma 5 del CCNI, è prerogativa del Dirigente scolastico e degli organi collegiali relativamente all’assegnazione dei docenti alle classi e alle attività.

I posti di un’autonomia scolastica (IIS o IC) situati in sedi ubicate in comuni diversi rispetto a quello sede di organico sono assegnati salvaguardando la continuità didattica e il criterio di maggiore punteggio nella graduatoria di
istituto, secondo le modalità e i criteri definiti dalla contrattazione di istituto con la RSU

Devono, comunque, essere salvaguardate le precedenze indicate nell’art.13 del contratto sulla mobilità

Conclusioni

Il caso che ci presenta il nostro lettore riguarda due docenti che potrebbero essere assegnati in un plesso ubicato in un comune diverso rispetto alla sede principale dell’Istituto.

Un docente, già in servizio su questo plesso l’anno precedente su uno spezzone di 12 ore, potrebbe vantare il diritto ad una parziale continuità didattica

L’altro docente potrebbe, invece, far valere la sua precedenza 104, ma soltanto se il plesso è ubicato nel comune di assistenza del coniuge con art.3 comma 3 della Legge 104/92 e in questo caso la precedenza avrà prevalenza sula continuità didattica dell’altro docente

Nell’assegnazione del plesso, quindi, il Dirigente scolastico dovrà tener conto delle due diverse possibilità

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia