Assegnazione dei docenti ai plessi, a chi spetta la decisione?

di redazione
ipsef

red – Una lunga diatriba ha segnato il cammino della contrattazione d’istituto su questo argomento. A seguito della legge Brunetta si è aperto un contenzioso tra Dirigenti ed RSU, arrogando ognuno a sè tale compito.

red – Una lunga diatriba ha segnato il cammino della contrattazione d’istituto su questo argomento. A seguito della legge Brunetta si è aperto un contenzioso tra Dirigenti ed RSU, arrogando ognuno a sè tale compito.

Adesso, con la sottoscrizione della pre-intesa del CCNI su assegnazioni ed utilizzazioni si è tentato di fare chiarezza, ma in realtà la dicitura che affronta la questione della contrattazione resta sempre molto vaga.

Contrattazione che all’ARAN ha visto uno scontro con i Sindacati che richiedevano una formula che ambiguamente riguardasse la "mobilità interna". Formula bocciata e sostituita, nella premessa, da un’altra generica, con la quale si afferma il contratto quale fonte normativa dell’intera materia. Quindi anche l’assegnazione del personale ai plessi sarà gestita dalla contrattazione tra Dirigenti ed RSU?

Basterà? I dirigenti e le associazioni che li rappresentano, siamo certi, non si daranno per vinti e daranno battaglia per arrogare a sé tale compito. A dimostrarlo è il lungo iter di sentenze ampiamente documentato dalla nostra redazione.

In fondo ispetto a qualche giorno fa non è cambiato nulla, compresa la Legge Brunetta.

La sensazione è che assisteremo ad una nuova stagione di scontri giudiziari.

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, firmata ipotesi di contratto: il personale interessato e le novità

Versione stampabile
anief anief
soloformazione