Assegnato il premio Nobel per la Fisica 2014 per l’invenzione dei led blu, una nuova luce per illuminare il mondo

WhatsApp
Telegram

Il premio Nobel per la Fisica 2014 è stato assegnato a Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura per la loro invenzione dei LED (diodo a emissione luminosa) a luce blu, che hanno permesso di realizzare sistemi di illuminazione a basso consumo energetico.

I tre premiati con il Nobel per la Fisica hanno inventato un LED che emette luce blu e che ha permesso, combinata agli altri tipi di LED, di realizzare lampade e altri sistemi per illuminare che consumano pochissima energia elettrica e che durano anni.

Il premio Nobel per la Fisica 2014 è stato assegnato a Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura per la loro invenzione dei LED (diodo a emissione luminosa) a luce blu, che hanno permesso di realizzare sistemi di illuminazione a basso consumo energetico.

I tre premiati con il Nobel per la Fisica hanno inventato un LED che emette luce blu e che ha permesso, combinata agli altri tipi di LED, di realizzare lampade e altri sistemi per illuminare che consumano pochissima energia elettrica e che durano anni.

Akasaki, Amano e Nakamura realizzarono i loro LED blu all’inizio degli anni Novanta, mentre erano al lavoro su alcuni semiconduttori. All’epoca erano già disponibili i LED che emettono luce rossa e verde, ma senza quelli blu era impossibile creare lampadine che emettessero luce bianca. Le ricerche per ottenere LED blu andavano avanti da circa 30 anni, ma nessuno era ancora riuscito a trovare il modo di realizzarli.

Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura hanno reso possibile un risparmio energetico mondiale di grandissima portata; oggi queste lampade sono ancora relativamente costose, ma sono già convenienti grazie a 100.000 ore di vita circa, e i prezzi sono sempre in calo. Inoltre il loro lavoro ha anche reso possibile la creazione dei moderni smartphone e tablet e dei grandi schermi.

Isamu Akasaki è nato nel 1929 a Chiran, in Giappone. Ha conseguito il dottorato presso l’Università di Nagoya, dove ora insegna.

Hiroshi Amano è del 1960 ed è nato ad Hamamatsu, in Giappone. Ha conseguito il dottorato nel 1989 presso l’Università di Nagoya, dove insegna.

Shuji Nakamura è nato nel 1954 a Ikata in Giappone, ma ha cittadinanza statunitense. Dopo avere conseguito il dottorato nel 1994 alla Università di Tokushima si è trasferito a Santa Barbara, in California, e insegna presso l’University of California.

Comunicato ufficiale

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur