Assalto con il coltello in un asilo in Cina: sei morti (tra cui tre bimbi)

WhatsApp
Telegram

Un terribile assalto con il coltello ha sconvolto un asilo nella città di Lianjiang, nella provincia sud-orientale cinese del Guangdong. Un uomo di 25 anni è stato arrestato in seguito al tragico attacco che ha causato sei vittime e un ferito.

Il tragico evento è avvenuto questa mattina alle 7.40 (ora locale). Fra le vittime si contano una educatrice, due genitori e tre bambini. Wu è stato arrestato poco dopo, alle otto, per aggressione intenzionale.

Purtroppo, gli attacchi con il coltello in istituzioni scolastiche cinesi non sono episodi isolati. L’ultimo si era verificato appena un anno fa, ad agosto, in un asilo nella provincia sudorientale di Jiangxi, con un bilancio di tre morti e sei feriti. Nel 2021, due bambini erano stati uccisi e 16 feriti in un simile assalto a Beiliu City, nella regione autonoma del Guangxi Zhuang. In un attacco con coltello nel 2018, in un asilo di Chongqing, nel sud-ovest del Paese, erano stati feriti 14 bambini.

Nonostante più di dieci anni fa l’ex premier Wen Jiabao avesse promesso, in un discorso in televisione, una migliore sicurezza nelle scuole e un impegno nel risolvere il problema, gli attacchi sono proseguiti. Le leggi cinesi sul controllo della vendita di armi sono molto severe, specialmente se paragonate a quelle degli Stati Uniti, ed è per questo che gli assalitori ricorrono all’uso dei coltelli.

Questo recente attacco sottolinea ancora una volta l’urgente necessità di affrontare la questione della sicurezza nelle scuole cinesi, per proteggere i più vulnerabili e prevenire ulteriori tragedie.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso